Dash Ecodosi con Actilift e Livia

Livia: Papà ho finito (la cacca).
Un attimo, arrivo! Finisco una cosa al computer!
Papà ho finito!
Sto arrivando, un attimo.
Poi pianto disperato, ora corro.
Troppo tardi, nell’attesa, aveva giocato un po’ con tutto. Soprattutto aveva messo in bocca una caramella di Dash Ecodosi con Actilift.
Molto è sul braccio e sul vestitino ma quanto ne avrà ingerito?
Doccia immediata e gargarismi continui.
Quanto ne hai ingerito? Nessuna risposta sensata.
Leggo sulla confezione In caso d’ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il contenitore con l’etichette.
Ovviamente inizia a dire che ha mal di pancia.
Prendo in groppa la bambina e subito ad un presidio medico vicino a casa. Sembra non avere niente ma meglio portarla all’ospedale.
Bambina in groppa e vado al parcheggio a prendere la macchina, quindi al Pronto Soccorso dell’ospedale (tra Casamicciola e Lacco Ameno). Livia in macchina si era addormentata e il mal di pancia era quasi sparito ma eravamo lì.
Entro in accettazione al pronto soccorso. L’infermiera dice che la precedente settimana si era presentata una bambina più piccola con lo stesso problema (stesso prodotto). Arriva anche la pediatra. Telefonata a Milano (ad aver saputo subito il numero).
Rassicurazioni da Milano: Malox e due ore in osservazione. Con il cambio di turno delle pediatre sono state aggiunte prima della dimissione una quarantina di goccine (cautelative).

Leave a Reply