In internet c’è tutto ma

In internet c’è tutto ma manca il corpo mi ricordava don Piero sabato sera.
Può sembrare un’affermazione scontata. La tecnologia e la scienza stanno lavorando per colmare questa lacuna, per trasformare ogni cosa altra dal corpo umano come sempre più immersa.
Il primo passo è ingannare i sensi.
Prendete semplicemente il cinema. La proiezione diventa sempre più immersione con il Dolby e soprattutto le proiezioni 3D.
Nel campo delle protesi siamo vicini a protesi potenzianti. Il passo successivo è ingannare i sensi in modo tale che vengano percepite come reali.
Quando i sensi potranno essere ingannati in modo tale da non riconoscere cosa è reale da cosa no come potrà la mente percepire se si è in un ambiente reale o parzialmente reale o totalmente irreale?
Ed il corpo che fine farà?
Il corpo umano è la migliore immagine dell’anima umana Wittgenstein.

Leave a Reply