Pass out Game

Oltrepassare i propri limiti con l’allenamento quotidiano è lo scopo di ogni sport.
Avvicinarsi giorno per giorno al record.
Rischi si corrono ma ci si arriva per gradi. Anche per gli sport estremi i rischi sono calcolati.
La ricerca dei limiti, del rischio anche non calcolato è sempre stato tipico dell’adolescenza, di chi vuole emergere tra i coetani (pensiamo alle corse in macchina).
Avvicinarsi alla morte, toccarla con mano, …
Quello di cui vi voglio parlare è molto più banale e meno filosofico: svenire!
Si abbassa la pressione e si sviene, sperando di non urtare niente quando si cade (mi ricordo di aver visto con preoccupazione mia sorella adolescente svenire).
Ho fatto svenire qualche avversario: nel Judo sono permessi soffocamenti sanguigni e respiratori. Si studiano le tecniche per eseguirli e per difendersi, si cerca di capire i propri limiti e ci si arrende per non superare i limiti.
Tutto questo per parlarvi di un gioco, di una ricerca di oltrepassare i limiti tra amici: far svenire un amico e filmarlo mentre lo si fa svenire (Pass out Game).
E’ un fenomeno USA che si sta diffondendo sulla rete e di conseguenza nella realtà. Tanti i controvideo che mettono in guardia, che segnalano ragazzi che hanno avuto serie complicazioni, che sono morti.
Una volta si diceva: non giocate col fuoco.

Leave a Reply