Gabetti: una chiaccherata con Matteo Penzo

Dopo aver seguito e pubblicato alcuni annunci di Gabetti mi ha fatto molto piacere poter scambiare quattro chiacchere (in effetti una chat skype) con Matteo Penzo.

D: I media hanno pompato fino a ieri SL ora iniziano a dire sta scoppiando la bolla, le aziende scappano e Gabetti?
R: Sai già (avendolo pubblicato sul blog) che abbiamo aperto delle posizioni come Agente immobiliare virtuale; questa operazione fa il paio (e supporta) un business plan Settembre-Dicembre MOLTO aggressivo (rilasceremo il 24 Settembre una nuova isola residenziale). Quindi: investimenti da parte del Gruppo Gabetti in aumento. Ti segnalo poi che per noi Luglio e’ stato il mese a maggior fatturato inworld nel periodo Marzo-Luglio. Dati che mi sembrano in netto contrasto con quanto comunicato in questo periodo dai media. La mia personalissima opinione è che le aziende che sono uscite ora da SL probabilmente avrebbero dovuto pianificare meglio la loro strategia di virtual business.

D: Non mi dire che l’attività SL di Gabetti è già in positivo?
R: Assolutamente; tieni però presente che il nostro è stato un ingresso inworld MOLTO accorto (la fase di analisi è durata da Luglio a novembre dello scorso anno) e ogni mossa è stata pianificata con cura. Proprio per questo abbiamo deciso per un progetto pilota che ci permettesse di valutare attentamente le potenzialità del mezzo. Pensa che il budget erogato ai bright five ad inizio progetto (250000 L$) non è praticamente MAI stato toccato in quanto sono riusciti ad autosostentarti con business che generava nuovo business.

Q: I risultati ad oggi ottenuti oltre a quelli finanziari?
R: Corretto riposizionamento del brand con una fortissima connotazione di innovation.
Creazione di un profondo know-how all’interno dell’azienda su tematiche virtual business.
Innovazione dei processi di vendita real world (l’isola che lanceremo a Settembre, Myrsine, è una replica di un cantiere RL che proprio il 24/9 vedrà i primi mezzi al lavoro) che verrà utilizzato sia per fare business virtuale che per permettere, ai clienti RL, visite immersive agli immobili (che saranno pronti nel 2009). Generazione di attenzione estera verso il marchio Gabetti (chi mai se lo sarebbe aspettato un articolo sul Washington Post e su CNN Money?)

Ho espresso il mio dubbio che probabilmente per il progetto … Google Earth era forse una soluzione più indicata.

Q: programmi a medio lungo termine
R: al momento riesco ad arrivare a fine anno. Attiveremo una serie di sperimentazioni, i cui risultati ci diranno come proseguire col progetto.
1) massiccia forza vendita inworld = crescita tendente a lineare del fatturato?
2) replica di immobili reali = miglior posizionamento del prodotto sul mercato? Queste sono le due domande fondanti a cui vogliamo dare risposta.

Q: al momento il tutto è in mano a tecnici, marketing, …?
R: in realtà direi che tutte le attività commerciali sono in mano alle due ragazze che capitaneranno le attività commerciali su SL, di cui una è un agente immobiliare, l’altra lavora per Human Resources & Organization. Il mio (IT) è un ruolo di strategia e supervisione e il marketing funge da supporto. Sono insomma rappresentati un po’ tutte le anime dell’azienda.

Ho fatto i miei complimenti a Marco!
Mi è sembrata la prima azienda italiana con idee chiare sull’utilizzo almeno a medio termine di Second Life.
Mi ripropongo di risentirlo a breve!

Leave a Reply