Forrester Research: storage, trend 2007 positivo su crescita investimenti delle grandi aziende

Forrester Research ha presentato i risultati di una ricerca sugli investimenti IT delle aziende europee, evidenziando l’affermarsi di tre temi fondamentali per la gestione di attività d’information technology: sicurezza, maggiore efficienza dei sistemi e migliore gestione delle risorse economiche ed umane. La ricerca, effettuata prendendo a campione aziende dai 1000 agli oltre 20000 dipendenti, evidenzia un’interesse crescente verso l’upgrade e l’ottimizzazione dell’area storage. In particolare, dicono da Forrester, circa il 40% delle aziende intervistate hanno aumentato il budget dedicato allo storage, a fronte di un 10% che opta per investimenti minimi e del 50% delle aziende che hanno approvato lo stesso budget dello scorso anno.

Firms expect to increase their spending on software and hardware more than on IT services. Almost 40% of firms apply financial justifications to all projects that involve significant costs. To obtain approval and to make the business case, most firms look at return on investment and total cost of ownership” – riporta la ricerca di 15 pagine dedicata ai trend IT di quest anno.

Questo ritorno all’investimento in area storage è la risposta all’esigenza di rinnovare un settore “costoso e disgregativo” qual’è quello dello storage e backup, così come tracciato nel Gennaio del 2007 da Andrew Reichman, analista Forrester esperto in sistemi di data storage, netowrking e management software. MBA all’Università di Washington, Reichman proponeva l’utilità teorica della “virtualizzazione dei sistemi di storage“, mettendo comunque in guardia le aziende da una “migrazione entusiasta verso le nuove architetture di sistema” che potrebbe causare “più problemi di quanti ne risolva“. L’invito di Reichman era più per un ritorno controllato e ragionato all’investimento nella ricerca.

Storage directors and senior IT managers should thoroughly explore offerings in labs and in limited pilots to validate the technology and ensure that their needs are competently addressed prior to taking the production plunge” – Storage Virtualization Emerge

Gestione di terabyte in lowcost, virtualizzazione dei sistemi di storage per consentire accessi rapidi e diretti alle piattaforme di backup, maggiore attenzione all’utilizzo delle risorse dedicate. Questi sono solo alcuni degli aspetti in cui stanno investendo importanti aziende come IBM e Sun Microsystems, dando vita ad un trend che da Forrester confermano in “costante e periodica crescita” al punto da stimare “un sensibile aumento di budget in area storage” che nel 2008 “riguarderà circa il 60% delle aziende“.

Di Alessandro Mirri per Storage-Backup.com

Vigorsol


La saga Vigorsol sta scuotendo la pubblicità televisiva italiana!
Sul mio sito dedicato alla pubblicità televisiva sono mesi che propongo le pubblicità più originali di Perfetti tra cui l’ultima dello scoiattolo petomane, quella del piccione, quella della cicciona in spiaggia, …

Conosco bene il fenomeno delle pubblicità virali internet e mi sembrava impossibile non arrivasse anche in Italia ed in televisione.
Comunque, devo ammettere, che in televisione mi hanno fatto un certo effetto ed ho subito pensato queste pubblicità non possono essere state partorite da una mente italiana. Ho scoperto letto poi che la pubblicità dello scoiattolo è stata realizzata dell’agenzia BBH di Londra.
Vi ripropongo le migliori.



KML e GeoRSS


Google ha aggiunto nelle Google Maps API il supporto per KML e GeoRSS!

GeoRSS permette la localizzazione all’interno di un feed RSS ad es. usando la seguente sintassi semplificata

<georss:point>45.256 -71.92</georss:point>

Google Maps API supporterà la sintassi semplificata (Simple), GML e la codifica W3C Geo di GeoRSS.

Per quanto riguarda inglobare file KML, niente di più semplice

var gx = new GGeoXml(“http://kml.lover.googlepages.com/my-vacation-photos.kml”);
map.addOverlay(gx);

Se pensate che vi sono più di un milione di KML in internet e che possono essere semplicemente creati con Google Earth o con applicazioni specifiche come Picasa avete la sensazione dell’importanza di questa nuova featura.

Il post Google

Cosa stai facendo? E la tua azienda?

Twitter è nato su questa domanda Cosa stai facendo? (What are you doing?) e ora è il fenomeno internet (ne avevo già scritto in Fatevi i fatti miei!)

Ora proviamo ad estendere la domanda
e cosa sta facendo la tua azienda?
Ecco che si apre un nuovo mondo per cui è importante utilizzare Twitter!

Ma come comunicare a Twitter cosa si sta facendo o sta facendo la propria azienda?
Una delle cose più interessanti che ho trovato sulla rete è stato un plugin per WordPress di Alex King che permette ogni qualvolta si pubblica un nuovo post con WordPress di aggiornare la propri pagina Twitter.
Sebbene in beta l’ho installato e posso dire che funziona molto bene come potrete vedere nella mia pagina Twitter

Quindi, se la vostra azienda ha un blogger aziendale WP potrete aggiornare senza fatica la vostra pagina aziendale Twitter!

E chi non ha WP?
In effetti anch’io ho più di una ventina di blog Blogger e …

Per questa ragione ho fatto un semplice software: rss2twitter!
E’ gratuito (le donazioni sono comunque ben accette) e scritto in perl.
Questo vuol dire che può girare da riga di comando su tutti i sistemi operativi supportati da perl (quasi tutti) ed è disponibile anche una versione Windows (da far funzionare in una finestra DOS).
rss2twitter prende in pasto l’rss da voi segnalato e introdurrà nella vostra pagina Twitter i titoli ed i link dei vostri ultimi post (memorizzando in un file quelli introdotti)!
In questo modo ho fatto forse il primo Twitter aziendale da Blogger che risponde alla domanda: cosa sta succendendo in comunicati-stampa.blogspot.com

Italia e Digg


Quando vedo una notizia italiana passare in Digg è più forte di me devo segnalarla!
Penso che Digg e la sua forza d’urto sia ancora poco conosciuta in Italia soprattutto tra le poche nostre importanti aziende e media.

Questa volta si parla proprio di Italia tramite un annuncio Reuters su Yahoo (in inglese).
Il tema, l’annuncio del ministro Giuseppe Fioroni sul divieto di utilizzo dei cellulari dalle scuole.

C’e’ pubblico e pubblico!


Grossa novità  per la scuola materna via Marchi in Commenda est!
Hanno montato nel giardino splendidi giochi!
Scivoli, casette, …
come potete vedere nella foto

Chissà da quanto tempo i bambini, le maestre ed il direttore scolastico li attendevano.

Confinante con la scuola pubblica materna via Marchi c’è il parco pubblico Carlo Cibotto.
E’ giusto che quelli splendidi giochi pubblici li possano usare solo i bambini della scuola materna poche ore al giorno mentre i bambini del parco pubblico li possano vedere solo attraverso la rete come in fotografia?
Una porticina non potrebbe essere una semplice soluzione?

C’è pubblico e pubblico anche nelle piccole cose!

Aziende vitivinicole

Nel 2006 ho scritto per VigneVini di Il Sole 24 ORE Editoria Specializzata su tematiche innovative di internet marketing per il settore vitivinico.
Ma il settore vitivinicolo italiano è tradizionalista (e forse i dati confermano la bontà di tale approccio).
Comunque mi dispiace da italiano vedere e dover segnalare un semplice e ben fatto programma (mashup) per trovare informazioni delle aziende vitivinicole statunitensi e di eventi legati al settore vitivinicolo.

Wines and Times

Wines and Times

Spore

Cos’è Spore?
Per anni è stato un annuncio di Will Wright (il creatore di The Sims).
La data di inizio sviluppo è il 2000.
E che annuncio!

SPORE, an epic journey that takes you from the origin and evolution of life through the development of civilization and technology and eventually all the way into the deepest reaches of outer space

Un bel sito: www.spore.com
Qualcuno lo considerava uno dei flop più grandi mai visti!

Ma sembra che la data di rilascio prevista sia marzo 2007 ed iniziano a vedersi demo impressionanti!

Macchina imperdibile!

Le nostre case (soprattutto le nostre cucine) sono ricche di macchine ed utensili spesso non necessari.
Perché non arricchire anche i nostri bagni con questa macchina imperdibile!

Istituto Italiano di Cultura in Second Life


Di Pietro docet!
Il governo lo segue con il seguente annuncio: 9 marzo 2007 – Il Ministero degli Affari Esteri ha aperto oggi in via sperimentale un Istituto Italiano di Cultura all’interno di “Second Life” (www.secondlife.com)
[…]
Si tratta del primo centro di promozione culturale nazionale che vede la luce sul web, nel cuore di una complessa realtà culturale internazionale in costante cambiamento.

A voi i commenti.

{democracy:3}