Bioedilizia: le case in legno sono oggi un must. Confort e risparmio

Oggi è di tendenza la bioedilizia. Abitare case in legno si può rivelare confortevole ed economico ma non bisogna improvvisarsi. E’ indispensabile avvalersi di una buona guida per per potersi orientare in un “nuovo” mercato.

Spesso sono disorientato dai cicli e ricicli della storia.
Vi ricordate la fiaba I tre porcellini?
Sembra che sia una fiaba inglese, infatti vengono allontanati di casa dalla loro madre, così che si possano costruire una vita da soli.
Il primo dei tre fratelli, ozioso e vagabondo, costruisce una casa di paglia.
Il secondo, anch’esso pigro, costruisce una casa di legno.
L’ultimo dei fratelli, il maggiore, astuto e paziente, costruisce una casa di mattoni e cemento.

Le case, soprattutto nel nord Europa erano di legno ed uno dei problemi maggiori erano gli incendi, anche in città già metropoli come Londra.
Oggi tutto è cambiato ed anche il legno, con il dovuto trattamento, diventa un materiale ignifugo mantenendo le sue caratteristiche che lo rendono da sempre il miglior materiale da costruzione e il miglior materiale dove vivere.
Per queste ragioni il mercato della Bioedilizia sta vivendo, anche in Italia, un periodo di continua crescita e sempre più acquirenti si rendono conto dell’importanza di abitare in una casa che sia confortevole, ecosostenibile, antisismica e, soprattutto, efficiente dal punto di vista energetico. L’offerta di soluzioni abitative prefabbricate in legno aumenta di giorno in giorno.

Come orientarsi? Come conoscere il relativo quadro normativo?
La Guida alle Case in Legno di Fabio Tantari è oggi uno strumento prezioso in grado di dare le necessarie informazioni in un linguaggio accessibile in un mercato, come quello italiano, dove ancora non vi è molta chiarezza.
guida case in legno - bioedilizia

P.S. Spero che tra qualche anno anche il primo porcellino possa avere le sue soddisfazioni con case in paglia alla portata di tutti e di tendenza così come lo erano molti capanni del Delta del Po (oggi patrimonio MAB UNESCO).

Leave a Reply