Arte e vino in un fienile

Bassa ferrarese, terra fertile e ricca di storia. In mezzo a filari di pere un vecchio fienile con due silos.
Forse non bello, i silos son silos e non torrette. Da l’impressione che abbiano lasciato troppo di un tempo ma l’effetto è voluto ed i dettagli sono curatissimi.
fienile di Montesanto, Voghiera, Pettyrosso
Gli spazi interni ampi e luminosi, tranne una piccola sala stanza dove si può accedere solo a lume di candela. Lì ci sono i vini da collezione.
Vino, arte, Alice Negrelli e Ctg
La mostra di Alice Negrelli con opere oniriche si relazione con la dura realtà, bottiglie di vino, prodotti della tradizione agricola locale (aglio e salamina).
L’atmosfera è di un tempo, la chiacchera imperversa tra un bicchiere e l’altro, tra un boccone e l’altro.
Un atmosfera che ho ritrovato rare volte, soprattutto in ambienti Ctg.
La frenesia viene dimenticata, con accezione oggi negativa si potrebbe dire ripiombare in un vicino passato dove i gusti, le tradizioni, la qualità, …
Forse basterebbe usare l’inglese per dargli un’accezione positiva: SLOW LIFE (di cui slow food è solo un successo parziale internazionale)
rosso, vento, vestito rosso, Alice Negrelli

P.S. LA mia girandola del vino è stata regalata (ed apprezzata) alla figlia del sindaco di Voghiera (Chiara Cavicchi)

Leave a Reply