Ischia e motorini, moto, scooter, vespe, …

Ad Ischia per quanto possibile è sconsigliato l’uso della macchina soprattutto nel periodo estivo.
I turisti non campani possono sbarcare tranquillamente in auto, mentre per i residenti della regione Campania vige il divieto di sbarco e di circolazione di autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori.
I parcheggi sono al 99% a pagamento e quei pochi liberi sono a qualche km.
Di conseguenza i mezzi più utilizzati sono motorini, moto, scooter, vespe, …
Sono molti i controlli e questa categoria segue fedelmente il codice della strada: casco sempre in testa e ben allacciato, non più di due e massimo due solo quando concesso.
Questo essere ligi alle norme non è così rispettato in fase di guida come se un veicolo più smilzo potesse seguire un differente codice della strada e spesso vengono effettuati sorpassi azzardati.
Oggi uscendo dal cancello di casa, con la macchina lunga, ho dovuto occupare la carreggiata quindi effettuare una piccola retromarcia per poi ripartire.
Stranamente pioveva forte, dal cancello dopo la svolta a sinistra per non toccare la macchina parcheggiata ho fatto una piccola retromarcia, ho sentito un suono di clacson ovattato, ed in automatico ho iniziato ad andare avanti per liberare la corsia occupata. Un motorino con passeggero si è infilato (rischiando di farsi schiacciare) e il passeggero si è girato maledicendomi (il suono di clacson ovattato era sicuramente il loro).
Per fortuna sono sempre prudente e li avevo intravisti con la coda dell’occhio riuscendo a dare un colpettino di freno.
Però essere mandato a quel paese perché piove, ci si bagna e si ha fretta non è una buona ragione visto che vige un codice della strada che vale anche per gli autoveicoli più stretti!

Leave a Reply