Categories
cibo

Mondelez come Ferrero: tutti conoscono i prodotti, nessuno la società

Oggi ho scoperto Mondelez.
Pensavo fosse un’aziendina. Anche il sito (a partire dal dominio) non è certo super mondelezinternational.com.
Poi ho visto che era quotata in borsa al nazdaq MDLZ.
Poi ho visto questi numerini:

  • #1 in biscotti, caramelle, cioccolato e bevande energetiche
  • $35 billion (2012 reported net reveneu)
  • 110000 dipendenti nel mondo
  • prodotti venduti in 165 nazioni

CHI SONO???????
Ora vi dico i brand di alcuni prodottini:
LU, Ritz, Mikado, TUC, Toblerone, Côte d’Or, Suchard, Milka, Trident, Halls, …
poi leggendo ho visto Philadelphiia. Philadelphia???????
Ma Philadelphia è Kraft!!!!!!!!
Scoperto l’arcano: Kraft Foods becomes Mondelez International

Categories
cibo

La Tagliatella apre un nuovo ristorante a Shanghai!

La Tagliatella, un ristorante italiano in franchising, apre il secondo ristorante a Shanghai, Cina!
Cavolo!
Se cerco con Google la tagliatella trovo due domini .es e .us. Strano.
Inoltre
La Tagliatella captures the essence of the traditional Italian cuisine from the northern regions of Piamonte, Liguria, and Reggio Emilia and has added over twenty years of experience and dedication to serving up the genuine tastes of Italy

La Tagliatella è un marchio registrato di AmRest, multinazionale nel settore alimentazione con sede a Wroclaw, Poland quotata nel Warsaw Stock Exchange (WSE) con simbolo EAT.

Questa azienda certo non dorme!

Categories
cibo internet

Ordina Pizza Hut con xbox 360! #PizzaHut #xbox360

Pizza Hut, la prima pizza ordinabile via internet (1994), ora è ordinabile anche da xbox 360!

Categories
cibo

Spiegare al mondo il gelato e la cultura italiana del gelato #TWITALY

Per il caffè ci ha già pensato Nespresso, chi spiegherà al mondo il gelato e la cultura italiana del gelato?
Haagen-Dazs!
Nei suoi gusti non potevano mancare Stracciatella, Limoncello, Amaretto, Cappuccino in uno stile da La Dolce Vita (the sweet life) con campagne televisive “Inspired by Italy”

L’artista Della Serie (The Artist Series) farà vedere La Dolce Vita e la cultura italiana.

Hashtag scelto: #TWITALY

P.S. Mi sorge un dubbio, Haagen-Dazs è una società del gruppo Nestle?

Categories
cibo

Il surrogato della cioccolata: la carruba

I surrogati erano prodotti nazionali in sostituzione di prodotti importati.
I più famosi sono forse i surrogati del caffè dove il principale (l’orzo) oggi si è largamente impostato e, dopo un infanzia ad orzobimbo e orzoro, ora si può trovare in tutti i bar e nelle macchinette distributrici.

Ma che fine ha fatto il surrogato della cioccolata?
Se non ricordo male una volta era fatto di carrube.
Oggi è quasi impossibile trovare le carrube anche nei banchetti delle fiere dove una volta era frequente trovarle.

Categories
cibo VeryBuono

Caffè di semi d’uva tostati

Oggi, durante il viaggio di ritorno da Calenzano, ho appreso dal maestro Gianni che in Polesine, prima della seconda guerra mondiale, la sera con la sorella, dai residui di vinacce, estraevano i semi d’uva, la madre li tostava nella cucina economica e con i semi d’uva tostati e macinati si preparava il caffè!
Non mi era nuovo l’argomento surrogati del caffè (tra cui l’apprezzatissimo odierno orzo) ma è la prima volta che sento parlare di semi d’uva tostati.

Avete maggiori informazioni?

Categories
cibo VeryBuono

Il Panino al Lampredotto

Altro che fast food, c’è sempre da imparare dai toscani e lo slow food o meglio dai piatti poveri della cucina tradizionale (in questo caso fiorentina).
Ero a Calenzano per una gara di scherma di Irene. I panini nel palazzetto rasentavano l’immangiabile ma appena fuori c’era un chiosco furgonato. Subito mi è venuto in mente la finocchiona o la porchetta ma poi ho scoperto il Lampredotto.
Eravamo tutti non toscani e mi hanno detto sembra che sia una trippa.
Avevo visto una splendida focaccia ed ho chiesto una focaccia con il Lampredotto.
La signora mi ha guardato come dire sei grullo? mi spiace fo io.
Mi ha preso un panino tondo (una specie di rosetta), ha tolto la mollica, ha tirato fuori dal pentolone il Lampredotto, l’ha tagliato e stipato nel panino. Salsa verde o piccante? Si può entrambe?. Le ha messe entrambe. Ha inzuppato la parte superiore del panino e me l’ha dato.

DELIZIOSO!

Curioso sono andato in wikipedia it.wikipedia.org/wiki/Lampredotto ed ora vi racconto meglio il panino con il Lampredotto.
Il lampredotto è uno dei quattro stomaci dei bovini, l’abomaso. Viene cotto a lungo in acqua con pomodoro, cipolla, prezzemolo e sedano. Una volta cotto, è possibile gustarlo sia come un normale bollito condito con salsa verde, sia alla maniera più amata dai fiorentini, ovvero tagliato a pezzetti come ripieno di un panino toscano salato, il “semelle” la cui parte superiore viene generalmente imbevuta nel brodo di cottura del lampredotto. In questa seconda versione lo si condisce con sale, pepe, salsa verde e, opzionalmente, con un olio piccante.
Purtroppo da Wikipedia ho scoperto anche dell’esistenza di una versione in zimino, ovvero un umido con verdure a foglia, generalmente bietole.

VOGLIO ASSAGGIARLA!

Calenzano - ruota di Dani Karavan

Categories
cibo

Shop Luxardo a Torreglia

Uscito dalla Museo del vetro di Montegrotto Terme, incuriosito dalla vetrina e conoscendo bene la qualità dei prodotti Luxardo siamo andati al nuovo negozio vicino all’azienda a Torreglia.
C’eravamo solo noi.
Avevo voglia di parlare ed anche il negoziante.
Dopo aver preso le deliziose marmellate della Linea gourmet mi ha fatto assaggiare il Sangue Morlaccocostretto a comprare Sangue Morlacco, brandy e grappa (per fortuna mi ha regalato una confezione da viaggio di Sambuca dei Cesari.
Gli ho accennato dei pezzi visti al museo ed ho chiesto se esisteva un museo aziendale (così come esiste in Campari e in Martini e Rossi).
Mi ha accennato ad alcune teche al piano rialzato come dire se proprio le vuoi vedere.
Mi ha invece parlato dell’esistenza di pezzi meravigliosi all’interno dei vari uffici dei capi.
Ho quindi chiesto se si può vedere l’azienda (come ad esempio la splendida sede della Nardini di Bassano) e mi ha accennato alla possibilità per gruppi di una ventina di persone. La linea di produzione automatizzata è impressionante.

Io invece, di un’azienda nata nel 1821, vorrei vedere, le confezioni ed il materiale pubblicitario d’epoca, conoscere la storia dei prodotti, la storia della società, la storia della famiglia Luxardo, …

Devo trovare un modo di visitare l’azienda!

Ci sono altre 19 persone interessate?

Categories
cibo

Giornata Mondiale della Pasta: oggi a Mexico City l’edizione 2012

Il World Pasta Day (Giornata Mondiale della Pasta), partito da Roma si sta estendendo diventando sempre più un fenomeno globale.
Dall’altro capo del mondo sia i giapponesi che soprattutto i cinesi rivendicano un ruolo fondamentale nell’ambito della pasta.
Alimento del futuro, ma anche capolavoro di immagini e simboli ancestrali, la pasta si racconta nel suo semplice essere buona, sana e a basso impatto ambientale. Doti che la candidano a essere protagonista preziosa in un mondo che guarda alla sfida di nutrire un pianeta sempre più affollato e affamato.
Oggi a Mexico City si svolgerà l’edizione 2012 dal titolo Pasta, food of the future for taste, for health & for convenience

Categories
bevande cibo

Visita lo stand della birra Forst al Salone del Gusto di Torino, rimarrai entusiasta!

Il Salone del Gusto di Torino (associato a Terra Madre) è uno dei principali eventi nazionali ed internazionali del settore agroalimentare all’insegna dello Slow Food.
Cibi che cambiano il mondo è lo slogan del 2012. E’ ovvio che in tale ottica non poteva mancare la birra.
Se Forst è dal 2000 l’unico birrificio non artigianale italiano facente parte di Slow Food ci sarà un motivo e ti sarà subito evidente presso lo stand!
Il mastro birraio Antonio Cesaro ti seguirà nelle degustazioni guidate proponendoti connubi tra le diverse varietà di birra dell’azienda meranese (1857, Kronen e Sixtus) e produzioni tipiche dell’Alto Adige tra cui speck e formaggi di eccellenza.
Le sorprese non finiscono mai: l’acquisto presso lo stand ti permetterà di partecipare al concorso St[r]appa e vinci

Dimenticavo: slow food, ma anche slow drink nell’ottica di un bere lento, gustando e assaporando, un bere responsabile. Il bere deve essere un piacere e non può mettere a rischio vite altrui ed ovviamente la propria.

Birrificio Forst
Birrificio Forst, azienda meranese fondata nel 1857

« Bevi responsabile »