coloro che hai colmato di grazia, coloro che sono incorsi nella Tua ira, gli sviati

Quran Al-Fatiha
Corano, Al-Fatiha da Wikipedia

Il Sacro Corano è un testo sacro e non può essere interpretato e quindi non andrebbe tradotto.

La prima sura Al-Fatiha de Il Sacro Corano nella Traduzione interpretativa in italiano, alla fine, afferma

Guidaci sulla retta via, la via di coloro che hai colmato di grazia, non di coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira, né degli sviati.

The path of those upon whom You have bestowed favor, not of those who have evoked [Your] anger or of those who are astray.

(Spero che il relativo versetto riportato in arabo sia corretto)
عَلَيْهِمْ غَيْرِ الْمَغْضُوبِ عَلَيْهِمْ وَلَا الضَّالِّينَ

Questo versetto è bellissimo e può essere di fondamento di qualsiasi religione inoltre capisco benissimo perché venga recitato ogni giorno.

E se coloro colmati di grazia sono solo quelli della giusta religione?

Da Wikipedia: Al-Fatiha – Interpretations
There are differing interpretations for verses 6 and 7. The phrase “the Path journeyed by those upon whom You showered blessings” is usually seen as referring to Muslims. The phrase “those who made themselves liable to criminal cognizance/arrest” (more clearly translated as “those who have incurred Your wrath”) is usually seen as referring to the Jews and the phrase “those who are the neglectful wanderers” (more clearly translated as “those who have gone astray”) is seen as referring to the Christians.

Dio è pazzo e i pazzi in Cristo

Dio è pazzo, poiché esce dalla sua impassibile trascendenza per mescolarsi alle nostre gioie, alle nostre pene, alla nostra disperazione. Il tema dell’amore ‘folle’ di Dio affiora dovunque nel Nuovo Testamento. Se la creazione rivela la sapienza di Dio, l’incarnazione per la nostra salvezza rivela il suo amore pazzo per noi. Il Crocifisso per amore è il segreto di ogni follia. Il Dio incarnato discende nella morte per prendere tutti gli uomini nella follia del suo amore. Con gli occhi bendati, schiaffeggiato, schernito, coperto di sputi, rivestito di una porpora da beffa, coronato di spine, re per burla, ecce homo, ecce deus: un pazzo in verità!

Il “pazzo in Cristo” è l’uomo che risponde con tutto il suo essere alla follia di Dio, che entra anche lui nella «stoltezza della croce», che diventa pazzo per amore di Cristo. «Noi predichiamo Cristo crocifisso, scandalo per i Giudei, stoltezza per i pagani» (1 Cor 1, 23). «Ciò che nel mondo è stolto, Dio l’ha scelto per confondere i sapienti» (1 Cor 1, 27). «Noi siamo stolti a causa di Cristo» (1 Cor 4, 10). Per questo «insultati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; calunniati, confortiamo; siamo diventati come la spazzatura del mondo, il rifiuto di tutti» (1 Cor 4,12-13).

Il pazzo in Cristo s’identifica con Cristo oltraggiato, crocifisso, eppure risorto: egli vive già nel Regno e denuncia l’orgoglio, l’odio e la menzogna di ‘questo mondo’. Prende alla lettera le Beatitudini e il Discorso della montagna, tutta quella insopportabile follia: la terra donata ai miti, la gioia ai perseguitati e I’offrire la guancia sinistra quando siamo colpiti sulla destra, in tre parole: amare i nemici. Il pazzo in Cristo rivela possibile l’impossibilità del cristianesimo. E’ un massimalista cristiano, è uno che sotto l’apparenza di una finta pazzia vive il Vangelo alla lettera, povero e senza un rifugio. Non entra nelle chiese se non per farvi scandalo, vive nei rifiuti della città, nella sua più compromettente o più pericolosa marginalità, con i cattivi e le donne di cattiva condotta…il pazzo è il Cristo oltraggiato e, simultaneamente, il Risorto, libero da ogni compromesso col mondo, e «completa nella (sua) carne quello che manca ai patimenti di Cristo» (Col 1,24).

[…]

E’ in questa scia che vanno collocate tutte quelle azioni compiute dai Santi, anche nostrani, e che agli occhi del mondo sembrano strane, ridicole, insensate. E’ la pazzia della croce che si oppone alla sapienza del mondo.

da Olivier Clement nell’introduzione a: Irina Gorainoff, I Pazzi in Cristo nella tradizione Ortodossa, ed. Àncora-Milano

Per approfondire
it.wikipedia.org/wiki/Stoltezza_in_Cristo

Per Natale vi faccio un regalo: le testimonianze di Vita Che Rinasce

Ho scoperto proprio oggi, la vigilia di Natale, i video su YouTube di Vita Che Rinasce (dentro il cuore – evangelizzazione attraverso i mass media) di Telepace.
La vita di Luca è strong ma se riuscite ad ascoltarla tutta le altre saranno semplici. Le storie sono tutte a lieto fine.

P.S. Decisi di non subire più questi atti di bullismo ma di incominciare a farli

Scoprire che i testimoni di Geova sono molto avanti nella comunicazione internet con i giovani!

Da sempre non scaccio malamente i testimoni di Geova, anzi apro e mi soffermo a parlare quanto serve.
Una ventina di anni fa erano vecchiette, spesso di poca cultura, ma con una bella luce negli occhi.
Oggi erano due giovani, marito e moglie. Lui con un pad.
Hanno un nuovo portale (jw.org) ma chi non ha un portale oggi.
Hanno una sezione apposita per i ragazzi. Anche questa non mi sembra una novità.
Ma la sezione dei video Lavagna Animata, fatta con il classico stile americano e tradotta in tutte le lingue, mi sembra un validissimo strumento di comunicazione internet con i giovani.
Però il mio è il punto di vista di un non giovane.
Mi piacerebbe ricevere commenti in merito
jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/famiglia/ragazzi/lavagna-animata/

Per il Giubileo vorrei andare a Roma a piedi! #romaapiedi #viafrancigena

Si è sempre fatto nei secoli. Una volta nella vita di un cristiano bisognava andare a Roma e quasi l’unico modo era a piedi come pellegrino.
E’ rimasto ancora a Santiago de Compostela ma andare a Roma a piedi non era più considerato.
Ora si sta riscoprendo.
La via Francigena, sta riemergendo dall’oblio.
Bisognerà riuscire ad ospitare i pellegrini (turisti particolari) lungo il tragitto.

Rimangono alcune criticità, prima tra tutte i 5 chilometri lungo la Via Cassia al confine tra Toscana e Lazio, mentre l’ingresso a Roma, tallone d’Achille dell’intero itinerario, è in via di risoluzione. Se – come pensiamo e speriamo – durante il Giubileo la Via Francigena verrà percorsa da un fiume di pellegrini, il sistema dell’ospitalità pellegrina sarà messo a dura prova e quindi bisogna dare soluzione ai problemi ancora aperti.

viefrancigene.org

Oratorio Notturno, sulle orme di don Milani

Quando penso all’oratorio mi viene in mente don Milani, non so se esistessero anche prima, sicuramente vi era una forte necessità di togliere dalle strade ragazzi e farli giocare in luoghi più idonei.
Non che oggi non vi sia bisogno di oratori, anzi, il problema è oggi diverso: i ragazzi non sono più per strada, spesso sono catodizzati (anche se non esiste più il tubo catodico) e sempre meno davanti alla TV sempre più davanti a videogiochi, smartphone e pad.
Ma se sentendo le notizie di questi giorni penso vi sia un urgente bisogno, soprattutto d’estate, di un oratorio notturno, un luogo dove divertirsi la notte in modo sano.

Penso non esista ancora niente di simile, penso non esista un’offerta alternativa.

Rabbino donna in Calabria (Barbara Aiello)

Immagino l’impatto iniziale di un rabbino donna nell’entroterra calabrese (Serrastretta) favorevole a matrimoni tra persone dello stesso sesso e battesimi di relativi figli.
Ho sentito parlare questa mattina Barbara Aiello (è lei la rabbina) a radio tre.
Piacevolissima, coltissima, con uno spiccato accento americano.
Non conoscevo l’importanza storica dell’ebraismo nel sud Italia e soprattutto in Calabria.
Sono stato da poco a visitare il ghetto ebraico di Venezia e in tutte le sinagoghe ho visto i matronei dove le donne non potevano essere viste protette da grate (i matronei erano presenti anche nelle chiese cristiane).
Non pensavo potessero esistere rabbini donne (penso l’ebraismo ortodosso non le ammetta ancora oggi come non possono ancora esistere preti donne).
Mi ha fatto piacere apprendere che l’unica rabbina donna in Italia è in un paesino della Calabria, dove esiste l’unica sinagoga al sud Italia e un centro per la ricerca e lo studio sugli ebrei in Calabria e Sicilia.

Sono segnali importanti.