Autovelox troppo efficiente viene spento

Autovelox troppo efficiente viene spento

In un piccolo paese, di quelli con una strada sola che li attraversa, era stato posizionato un autovelox.
Il limite: trenta all’ora.
Poche macchine passavano, gli automobilisti impararono subito a conoscerlo.
L’autovelox ligio, misurava la velocità, poche volte doveva mettere a fuoco e scattare. Scrupoloso faceva più fotografie con più misurazioni. Quello che era giusto era giusto e mai avrebbe voluto dare una multa a chi non se la meritava. Poco lavoro ma di altissima qualità.

Un giorno passò di lì il Giro d’Italia.
Le bici sfrecciarono, l’autovelox ligio inizio a cercare le targhe, mettendo a fuoco a destra e sinistra, scattando a raffica, …
Zoom in, zoom out, destra, sinistra, click, click, …
L’autovelox sembrava impazzito, continuò a scattare per giorni.
Sandro, l’unico vigile del paesino, mosso a compassione, lo spense.

P.S. Sono anni che racconto favole alle figlie. Forse è ora di raccontarle anche agli adulti.

Leave a Reply