Da genitore mi verrebbe da rispondere subito di sì. La motivazione è semplice: cercando su internet si trova di tutto.
Ho bisogno di un sex toy, voglio un appuntamento con una ragazza, un ragazzo, più ragazzi in contemporanea. Nel bene e nel male, online si trova di tutto. È il bello e il brutto di internet. Puoi trovare scambi di coppia, film porno, incontri online per adulti, un libretto di istruzioni per costruire armi. Ma anche tutto quello che ti serve per approfondire qualsiasi tematica, approfondire le tue competenze e incontrare persone nuove.

Certamente anche i media ci mettono del loro, con tutte le notizie negative che diffondono. In tv viaggiano continuamente le immagini di ragazzi che ne combinano di tutti i colori. Sì, lì per lì mi viene da dire che viviamo in un’epoca libertina.

Poi c’è l’altro lato della medaglia. Nella mia esperienza di formatore, ho constatato quanto i ragazzi, che fanno di tutto per sembrare emancipati e trasgressivi, alla fine si rivelino timidi, molto timidi nei rapporti personali.
Spigliati via chat e whatsapp, impacciati tra di loro, anche più della mia generazione.

Forse è questo il problema: i ragazzi sono ragazzi e, in quanto tali, devono vivere sane esperienze reali; tuttavia, troppo spesso confondono la vita vera con i messaggi esagerati di internet, dei videogiochi, dei media… In tutto c’è il bisogno di stupire, di andare oltre, mancano i limiti e la ricerca della qualità.
Un sito porno, un sito di incontri, uno sparatutto online… non c’è niente di male, a patto che la gestione sia qualitativa: servono dei limiti autoimposti.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *