Cresce il numero delle città attive sui social ma è così importante?

Nella presentazione del rapporto ICity Rate 2018 si legge
Cresce il numero di città italiane attive sui social network, ma la maggior parte li usa ancora soprattutto per informare e comunicare, mentre è ancora scarsa la propensione a coinvolgere, interagire e dialogare con i propri follower.
Ma è questo che voglio da un comune?
Che facciano soprattutto incoming turistico utilizzando non i social ma Tripadvisor, Google Maps e Wikipedia!
E che lo facciano non in italiano ma almeno almeno in inglese!

Io la mia parte penso di farla per dire a tutti le bellezze dell’Italia, cosa visitare prima, cosa visitare dopo, se avanza tempo (top 10, top 100, …).
Riuscirà la Repubblica a valorizzare la res publica?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *