Beatitudini del politico e La buona politica è al servizio della pace

  1. Beato il politico che ha un’alta consapevolezza e una profonda coscienza del suo ruolo.
  2. Beato il politico la cui persona rispecchia la credibilità.
  3. Beato il politico che lavora per il bene comune e non per il proprio interesse.
  4. Beato il politico che si mantiene fedelmente coerente.
  5. Beato il politico che realizza l’unità.
  6. Beato il politico che è impegnato nella realizzazione di un cambiamento radicale.
  7. Beato il politico che sa ascoltare.
  8. Beato il politico che non ha paura.

Venerabile François Xavier Nguyên Van Thuân Cardinale

Le 8 Beatitudini del politico sono state il fulcro nella Giornata mondiale della pace, dal tema La buona politica è al servizio della pace, del discorso di papa Francesco.

Anoressia e bulimia per le ragazze, vigoressia per i ragazzi

Molto interessante, purtroppo, questo articolo pubblicato da ANSA dal titolo Aumentano i disturbi alimentari tra giovani, età scende fino a 8-11 anni.

In questo articolo ho scoperto il termine vigoressia. Mi ero reso conto della sempre più sua massiccia presenza in tutte le età ma non mi era venuto in mente che potesse essere l’alter ego maschile di anoressia e bulimia.
Questa la definizione fornita:
vigoressia, o anoressia reversa, è una forma di dismorfismo corporeo che porta la persona ad una continua ossessione per il tono muscolare, l’allenamento, una dieta ipocalorica e iperproteica, a cui spesso si aggiunge l’uso di sostanze illegali per raggiungere tale obiettivo

Domenica: lezione di arabo e di Islam nei locali della scuola

Questa notizia odierna farà molto discutere, il titolo ANSA è Modena, lezioni di arabo e Islam alle elementari

Da cristiano penso sia normalissimo che ogni religione possa insegnare i fondamenti della propria religione e il modo per leggere i propri testi sacri. Nel caso dell’Islam il testo sacro, Corano, è in arabo, quindi bisogna conoscerlo per poterlo leggere, comprendere, apprezzare.

Quello che trovo strano è questa attività non venga fatta in moschea o in locali della moschea ma che venga fatto in locali scolastici. Trovo strano perché andiamo sempre più verso uno stato laico, dove l’ora di religione (facoltativa) è sempre più l’ora delle religioni (anche se al momento i professori sono ancora con una certa impostazione, ma siamo pur sempre una nazione cattolica, con a Roma il papa).

Sinceramente troverei anche strano che le ore di catechismo non venissero fatte in locali parrocchiali ma nella scuola.
Mi sembra una forzatura concedere ciò come mi sembrerebbe una forzatura pretendere, in uno stato islamico, l’inverso.

Anche se viviamo in un mondo globalizzato, anche se ogni cittadino dovrebbe avere uguali diritti e doveri, è giusto che ogni nazione abbia la propria identità e preservi le proprie tradizioni. Io non voglio un mondo globalizzato. Non voglio andare in Cina, India, Nord Africa, Sud America e sentirmi “a casa”, voglio sentirmi a “a casa di un altro” con diverse tradizioni, culture, abitudini che dovrò rispettare e scoprire.

Una volta si diceva il mondo è bello perché è vario

Pippa Bacca: dieci anni e Radiodervish e fuga dall’inverno

Ero stufo di nebbia e di inverno. Sono uscito presto dopo pranzo, in pochi chilometri “mi sono elevato” ed ho raggiunto Arquà Petrarca (PD), splendido borgo, con un sole primaverile. Famoso per la casa e la tomba di Petrarca mi ha impressionato per l’opera di Rabarama R-accolto

Durante il viaggio di ritorno su Radio 3 ho scoperto il gruppo musicale Radiodervish e la canzone dedicata all’artista Pippa Baccascomparsa giusto dieci anni fa.

Nipote di Pietro Manzoni stava realizzando la performance itinerante Spose in Viaggio (attraversare, in autostop, 11 paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo). Fu violentata e uccisa a Gebze, in Turchia, da un uomo che le aveva dato un passaggio.

Sazio di vita (sazio di giorni)

In un’epoca di abbondanza, come quella odierna, la sazietà ha spesso una connotazione negativa, quasi un abuso, quasi associata all’ingordigia.

Cerchiamo di immaginare il termine in un’epoca di stenti, di fame, mangiare a sazietà voleva dire essere riusciti a mangiare quanto basta ed essere soddisfatti per essere riusciti a soddisfare un’esigenza primaria.

In questa ottica la morte di Abramo nella Genesi è quanto di più auspicabile un uomo si possa attendere Poi Abramo spirò e morì…vecchio e sazio di giorni.

Sazio di giorni ma anche sazio di vita nel senso di essere riusciti a vivere appieno la propria vita.

La vecchiaia non come periodo di rincoglionimento ma di sazietà, di raggiungimento di un apice.
Questo, ovviamente, non vuol dire che una persona che muoia giovane non possa essere vissuta appieno.

Modelle tatuate “opere d’arte viventi”

Modelle tatuate esposte come opere d’arte viventi, questo il titolo di un comunicato stampa ricevuto che mi fa sentire vecchio. Faccio ancora fatica a concepire il tatuaggio, il tatuaggio come arte e non riesco a vedere modelle tatuate in una scatola come opere d’arte viventi.

Il tatuatore/artista è Marco Manzo.

Capodanno 2019 a Bologna

Sono anni che uno dei migliori locali di Bologna ci contatta per avere un supporto per avere maggiore visibilità internet per lo splendido Capodanno a Bologna che organizzano.

Erano tra i pochi a capire la necessità di una valida strategia di comunicazione su internet ed era semplice riuscire a fare un buon servizio. Ma oggi oggi tutti sono agguerritissimi in internet e primeggiare è sempre più complesso.

Eppure, dal punto di visto reale niente è cambiato. Continuano ad essere uno dei migliori locali di Bologna, in pieno centro e le loro feste di Capodanno sono una certezza. Il tema anche quest’anno è una garanzia: The Great Gatsby.

L’epoca del jazz, dei gangsters e delle pupe, dei mitragliatori, del sigaro, dei cappelli a tesa larga Borsalino e delle pagliette, delle cicatrici, del proibizionismo e degli eccessi, delle grandi bevute, del charleston, delle piume e dei boa, delle giarrettiere, dei lustrini e dei gessati, …
Un dopoguerra dove si voleva dimenticare con un’epoca di “eccessi” e di divertimenti sfrenati.
Le atmosfere create nei testi delle canzoni di Fred Buscaglione.

Che sia veglione o cenone a Bologna, in pieno centro, il 31 dicembre trascorretelo anche voi con gangsters e pupe e accogliete il nuovo anno all’insegna del Grande Gatsby al Qubò.

Se ingerisci un computer con AI …

Vi ricordate il film del 1966 Viaggio allucinante?

Quello dove una navicella viene rimpicciolita e viaggia all’interno del corpo umano …

Da tanto si parla di pillole/computer ingoiabili che possono dosare l’emissione a seconda di parametri riscontrati, che possono fare analisi, che possono comunicare, che …
E’ quasi realtà, ma andando oltre, se immaginiamo questi computer ingoiabili dotati di AI (in italiano IA) potranno non solo analizzare ma agire di conseguenza non solo con medicine ma anche con microlaser o …

Il Viaggio allucinante sarà senza equipaggio e non sarà necessario rimpicciolire ed ingrandire.

Eri out se non usavi lo smatphone, ora ti premiano se non lo usi!

Mi ricordo quando le mie figlie che non avendo lo smartphone si sentivano emarginate e non hitech pur avendo a casa computer a disposizione sempre connessi.

Quando faccio vedere il mio sillyphone i ragazzi si mettono a ridere e mi considerano una cariatide che però insegna informatica e conosce cosa nasconde dietro e dentro, che utilizza internet 16 ore al giorno ma solo da computer.

Mi fa sorridere che in US Vitaminwater (Coca-Cola) voglia assegnare premi da 100mila dollari a chi è disposto a trascorre un anno senza smartphone.

Da out sta diventando di tendenza e forse (se arriverà in Italia) premiato?