Security: scenari futuri, wetware e D Gen

Ho ricevuto il report sugli scenari futuri della security Cybercrime Futures.
Gli spunti sono tantissimi e consiglio caldamente la lettura.
Importante la puntualizzazione che pur crescendo il numero di computer e di conseguenza diventando sempre più complesso proteggerli tutti nel modo migliore l’anello debole rimane il wetware ovvero l’uomo nel suo rapporto con il software (ad es. il malware, la scarsa attenzione alla privacy, …).
Incredibile inoltre come la D Gen (la generazione digitale) invece di essere sensibile al problema security sembri essere superiore.
Io conosco la tecnologia quindi la posso controllare senza prendere precauzioni preventive.

5 possibili scenari futuri
Car-hacking – gli hacker potrebbe assumere il controllo della chiave elettronica, degli strumenti di bordo e persino dei freni di un’auto
Jailhouse Rocked – i detenuti potrebbero tentare l’evasione usando solo una penna USB.
Health Scare – i sabotatori potrebbero minacciare anche le tecnologie legate al benessere e alla salute
Sniffer & blackouts – i ladri potrebbero monitorare i flussi di informazioni nei sistemi d’allarme domestici per riprogrammare le funzioni da remoto
Grid-Jacking – Truffatori e terroristi allo stesso modo potrebbero sfruttare la rete elettrica comune definita Smart Grid.

2 Replies to “Security: scenari futuri, wetware e D Gen”

  1. “• Car-hacking – gli hacker potrebbe assumere il controllo della chiave elettronica, degli strumenti di bordo e persino dei freni di un’auto”

    beh questa non è poi una cosa così assurda

Leave a Reply