Battiato vs Gabbani: Tutti tuttologi col web Coca dei popoli Oppio dei poveri

Da sempre Franco Battiato è il mio preferito. Ora devo capire se Francesco Gabbani vuol seguire la strada aperta anni fa da Battiato o se vuole seguire la scia aperta da Fabio Rovazzi: critica semplice e giocosa della società contemporanea e di internet Tutti tuttologi col web Coca dei popoli Oppio dei poveri Intellettuali nei […]

#ViviSuFacebook con crisi di look (sesso e fast food)

Balliamo scatenati al ritmo di Ola ola ola (tu sei Superman, tu hai venduto Peter Pan) di Luca Bassanese con #Superman #PeterPan e #drinkingCocaCola Mi sembrano ritornati i tempi di Franco Battiato quando in discoteca tutti ballavamo cantando Sul ponte sventola Bandiera Bianca per poi affermare Siamo figli delle stelle, pronipoti di sua maestà il […]

Il tutto è più della somma delle sue parti: Occhio interiore (terzo occhio)

Oggi si parla molto dell’affermazione di Battiato (assessore al Turismo della Regione Sicilia): … uno si rallegra quando un essere non è così servo dei padroni e farebbero qualunque cosa queste troie che si trovano in giro nel Parlamento, ma è inaccettabile, inaccettabile anche se mi sembra coerente a quanto ha sempre affermato nei testi […]

Povera Patria: Si Che Cambierà

Povera patria di Franco Battiato è sempre attuale. Come afferma nella sua intervista: è da quando esiste l’uomo che esiste questo genere di problema.
Metto in evidenza le parole di speranza finale:
si che cambierà, vedrai che cambierà. Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali che possa contemplare il cielo e i fiori, che non si parli più di dittature

Emanciparmi Dall’Incubo Delle Passioni Cercare l’Uno Al Di Sopra Del Bene e Del Male

Ecco due stralci della canzone di Franco Battiato e ti vengo a cercare:
Questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine un rapimento mistico e sensuale mi imprigiona a te.
Emanciparmi dall’incubo delle passioni cercare l’Uno al di sopra del Bene e del Male essere un’immagine divina di questa realtà.
Eccovi il video della canzone registrata da un concerto del 1989 in Sala Nervi alla presenza di papa Giovanni Paolo II