Usare lo smartphone per fingere di essere impegnati se non si vuol parlare con qualcuno

I dispositivi connessi stanno diventando essenziali per tenere le persone in contatto tra loro, ma per molti sono anche uno strumento utile in molte situazioni sociali nelle quali preferiscono non interagire con gli altri. Kaspersky Lab in un’indagine recente ha confermato quest’abitudine: tre quarti delle persone intervistate (il 72%) hanno ammesso di usare il proprio dispositivo per fingere di essere impegnati quando non vogliono parlare con qualcuno, mostrando l’importanza di avere con sé dei device connessi e protetti in qualsiasi circostanza.

Immagina di avere un appuntamento in un bar e di arrivare in anticipo. Il bar è pieno e le persone intorno a te stanno chiacchierando. Cosa fai a quel punto? Inizi una conversazione con qualcuno che non conosci? Per tenerti occupato tiri fuori lo smartphone dalla tasca o dalla borsa e lo utilizzi fino all’arrivo della persona che stavi aspettando? Perché parlare o stabilire un contatto visivo con qualcuno quando invece puoi fissare lo sguardo sul tuo dispositivo?

Grazie all’uso dei dispositivi connessi, spesso si evitano le conversazioni e si è poco educati con le persone che ci sono vicine. La nuova ricerca di Kaspersky Lab ha rilevato che il 66% degli italiani usa un dispositivo connesso quando non sa cosa fare in una determinata situazione sociale. I device collegati a Internet sono anche la distrazione preferita per le persone, anche quando non cercano di sembrare impegnati o di evitare gli sguardi di qualcuno. Il 44% delle persone ammette di utilizzare il proprio dispositivo solo per ammazzare il tempo ogni giorno e il 46% lo usa come distrazione quotidiana.

Oltre ad essere solo una distrazione, i device connessi sono anche un’ancora di salvezza per chi preferisce non parlare direttamente con un’altra persona in varie situazioni quotidiane, ad esempio, per portare a termine attività essenziali. Infatti, quasi un terzo (27%) delle persone coinvolte dal sondaggio preferisce svolgere alcune azioni, come prenotare un taxi o trovare indicazioni su dove andare, tramite un sito Web o una app, perché ritengono sia più semplice procedere in questo modo, invece di interagire con un’altra persona.

Sebbene ci aiutino ad evitare i contatti diretti o a riempire i momenti vuoti nella nostra vita quotidiana, la nostra costante dipendenza dai dispositivi connessi può diventare anche una fonte di preoccupazione quando questi oggetti si rivelano inutilizzabili. Un quarto (25%) delle persone si preoccupa di non poter occupare il proprio tempo in caso di impossibilità di accesso al proprio dispositivo collegato. Il 9% teme di non poter sembrare impegnato in caso di dispositivo fuori uso.

Voglio usare il mio dispositivo mentre aspetto un amico – È sicuro accedere al Wi-Fi del bar?
Oh no! Sono annoiato ma la batteria del mio telefono si sta scaricando – Cosa faccio?
Ho perso il mio telefono! Come farò a occupare il mio tempo ora?

PS sono un utilizzatore di sillyphone!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *