Le lapidi non le legge più nessuno

Oggi le lapidi non le legge più nessun ma se si visita una nuova città o si vuole conoscere meglio quella dove si vive sono una fonte inesauribile di storia locale. Un riassunto dei fatti salienti.
Pensandoci è scontato che sia così: come la pubblicità sono messe nei luoghi più visibili, sono scolpite nella pietra, sono spesso inglobate in monumenti e sculture, come potrebbero essere un messaggio inutile?

A Casale Monferrato: un cardine è diventato un monumento!

Riporto la relativa lapide in grado di, partendo da un cardine, dare un messaggio storico importantissimo e super attuale.

Qui, su questo cardine, le porte del ghetto ogni sera si chiudevano.
Segno di discriminazione e di servitù ma anche linea di contatto tra una comunità integra e attiva e una città generosa e tollerante.
Il ricordo di questa reclusione ammonisca sempre contro l’antisemitismo e l’odio razziale.
1723 – 1848
Here, every night, the hinges of ghetto were cosed.
It was a sign of discrimination and servitude, but also a point of contact among an active and honest community and tolerant and generous city.
The memory of this imprisonment must be a permanent warning against antisemitism and racism.

casalebraica.org

Leave a Reply