Wikipedia aperta alla discussione nello spirito open se non vieni dichiarato utente problematico!

Wikipedia: utente problematico Pivari
Wikipedia: utente problematico Pivari

Tutti possono collaborare ad introdurre informazioni in Wikipedia.
Tutti possono discutere in spirito open fino a che qualcuno non decide di impedirti questo diritto trasformandoti in un utente problematico.

E’ interessante come l’enciclopedia di internet sia, in Italia, gestita in modo super tradizionale guardando la pagliuzza e facendo finta di ignorare la trave.

Parliamo della pagliuzza: sono utente wikipedia da anni, non ho apportato grosse modifiche al testo, ho cercato di regalare qualche fotografia soprattutto locale e far capire quanto wikipedia Italia sia indietro rispetto ad altre Wikipedie soprattutto nella promozione dei propri patrimoni in altre lingue.
Ovvero se la pagina di Venezia non è come la vorremmo noi in Wikipedia Portogallo forse non è colpa della comunità portoghese ma della comunità italiana che non è in grado di promuovere i propri patrimoni anche in enciclopedie online di altre lingue.
Soprattutto dove siamo più scarsi rispetto ad altri è nel materiale fotografico, video, …

Recentemente ho iniziato a scrivere due manuali (in forma di ebook) sulla mia attività:
Comunicati Stampa su internet e SEO per le immagini
Forse sono scritti male, forse non sono utili ma spero mi si riconosca il merito che sono tra i primi in italia (se non i primi) sugli specifici argomenti.
Per questa ragione mi sono permesso di introdurli nelle Bibliografie di alcune pagine wikipedia attinenti.

Apriti cielo!

Questa la sentenza finale di ignis a cui non posso rispondere tramite i loro canali perché utente problematico (la pagina di riferimento accessibile solo loggandosi è http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Utenti_problematici/Pivari):
Ho bloccato 1 mese l’utenza. Il senso del blocco è il seguente: in questa pagina hanno scritto utenze che hanno decine di migliaia di contributi in wikipedia e plausibilmente nessuno ti tali contributi è consistito nell’inserimento di un testo in bibliografia mentre tali utenze hanno parimenti vigilato a che wikipedia non fosse usata come mezzo di promozione. Pivari quindi non può semplicemente dirci il mio libro è utile, egli deve comprendere che a fronte del fine primario di wikipedia (ampliare il contenuto delle voci) e della nostra ottusità che non ci rendiamo conto di quanto sia utile tale testo, egli deve semplicemente desistere e occuparsi, se vuole, di quel fine primario. In wikipedia non c’è tempo per fare questioni di principio su elmenti che non sono propri della crescita di wikipedia –ignis scrivimi qui 10:55, 13 mar 2013 (CET)

10 Replies to “Wikipedia aperta alla discussione nello spirito open se non vieni dichiarato utente problematico!”

  1. È incredibile quanti errori e falsità riesci a scrivere in così poche frasi, complimenti. Nell’ordine:

    1) “Wikipedia Italia” non esiste, è un non sense, se intendi collaborare a un sito web almeno informati su cosa sia questo sito. Il dominio è it.wikipedia.org, ed è la versione in lingua italiana di Wikipedia, non la Wikipedia dell’Italia o altro.

    2) Nessuno “decide di impedirti questo diritto” (sic!) perché questo diritto non ce l’hai tu e non ce l’ha nessuno. Non esiste alcun diritto a figurare né a scrivere su Wikipedia, che non è un servizio pubblico ma un progetto di proprietà di una fondazione privata statunitense. La fondazione concede a chiunque di collaborare al progetto fino a quando qualcuno non si mette a fare danni, in quel caso viene messo in condizione di non nuocere.

    3) Che Wikipedia in italiano sia indietro rispetto ad altre versioni nella “promozione dei propri patrimoni in altre lingue” (sic!) è un’infiorescensa di nonsenso, quasi un capolavoro. Intanto lo scopo del progetto non è quello di promuovere alcunché, in secondo luogo quale patrimonio dovrebbe promuovere? E terzo, come potrebbe la versione in lingua italiana promuoverlo in altre lingue? Le voci nelle altre lingue sono scritte sui progetti in quelle lingue, che sono altri siti, da persone che quelle lingue le conoscono, mica dagli utenti della versione in italiano! Fra l’altro le altre lingue sono oltre 280, e quella in italiano è fra le prime 5 per numero di voci e per singoli contributi, dire che è indietro rispetto alle altre è davvero un’idiozia.

    C’è tanta brava gente che si fa il mazzo per scrivere un’enciclopedia seria, per pietà, risparmiaci.

  2. > È incredibile quanti errori e falsità riesci a scrivere in così poche frasi

    E’ bello scoprire che un utente di wikipedia è capace di scrivere anche fuori dal proprio forum ovviamente in forma anonima e con la stessa saccenza.

    Gli altri soprattutto, se contro, sanno scrivere solo errori e falsità. I giusti invece sono e saranno sempre giusti.

    Ti ringrazio per l’ennesima lezione.

    Fabrizio Pivari

  3. Uno è lieto di poter servire. 😉

    In realtà la lezione la stai dando tu a me, ricordandomi che l’ignoranza è una malattia curabile, l’idiozia purtroppo no.

    Non voglio molestarti oltre, non sono qui per questo, perdo tempo a risponderti perché francamente leggere le tue castronerie è uno spasso (lasciamo perdere la sintassi e la punteggiatura). E perché, forse ingenuamente, spero che davvero tu possa imparare qualcosa, che la tua sia in effetti solo orgogliosa e ostinata ignoranza, (lo ammetto, faccio il saccente, non riesco a farne a meno). Ad esempio potresti scoprire che Wikipedia non è un forum, quindi noi non siamo lì a suonarcela e cantarcela da soli, siamo lì a lavorare gratuitamente per costruire una cosa seria, e lo facciamo anche per te. Tu invece non sei venuto con spirito di servizio, per “promuovere” la conoscenza, ma per promuovere solo te stesso. Non hai modificato i contenuti delle voci per aggiungere informazioni e renderle disponibili a tutti, ma solo per pubblicizzare il tuo lavoro, che ritieni troppo importante perché possa mancare in una bibliografia enciclopedica. Perché allora non scrivi una bella lettera alla Treccani? Sono sicuro che l’istituto dell’enciclopedia italiana sarebbe molto interessato alle tue pubblicazioni.

    Poi per carità, le foto che hai caricato su Commons invece sono utili, almeno quelle che hai caricato legalmente, una trentina circa. Le altre le abbiamo dovute cancellare per tutelarti da possibili provvedimenti legali.

    Su Wikipedia non siamo né stalinisti né nazisti, è libero di collaborare chiunque abbia voglia di farlo. Quelli che non intendono farlo invece possono benissimo dedicarsi ad altro, e come ho già detto se necessario vengono messi in condizione di non nuocere all’enciclopedia. Addio.

  4. Provo ad inserirmi e gioco una delle mie metafore che penso esemplificativa. Diciamo che c’è un’emergenza umanitaria a causa di un terremoto e un volontario entusiasta decide di partire a dare una mano credendo nell’iniziativa. Il tizio in questione “sente senza approfondire che c’è bisogno di personale” così si dice “io che sono pasticcere potrò dare un po’ di sollievo a quella gente”. Però serve gente che dia coperte, che monti tende, che dia assistenza medica e psicologica, non che sia un pasticcere e gli viene chiesto di dare una mano in quai settori. Il tizio risponde, “eh ma io sono un pasticcere che ha vinto dei premi, sono bravo nel mio mestriere e quello voglio fare perché è quello che so fare meglio”. Gli si ripete che non serve un pasticcere e che benché consapevoli dell’entusiasmo non hanno bisogno del suo apporto. Il tizio pasticcere allora pensa che dato che è lì tira su un gazebo che si era preparato da casa e comincia a distribuire i suoi prodotti confezionati con il suo marchio e facendo piccoli filmati per caricarli sul suo sito personale. Il coordinamento si scazza un po’ dell’iniziativa ma hanno altro da fare, ci sono altre priorità e lo lasciano in pace pur monitorandolo. In tutto questo cosa c’è di sbagliato? Il tizio ha deciso di entrare in un’organizzazione tutto sommato aperta portando il suo modo di vedere le cose nel portare conforto ad una popolazione terremotata, facendosi anche un po’ di pubblicità che non guasta, in fondo ci sta investendo del suo, sembra corretto no? No, l’organizzazione di un simile evento dev’essere necessariamente coordinata o ci sarebbe il caos, l’anarchia, nessun controllo delle risorse e nessuna possibilità di dare priorità alle esigenze e meno alle iniziative minori, tutti porterebbero il proprio POV che, in buona fede o meno, ogniuno pensa importante se non risolutivo. Auguri ai terremotati…

  5. Grazie per l’esempio e la buona volontà di mediare ma non è perfettamente calzante. La buona volontà va sempre accettata. Le condizioni vanno dette a priori. Forse non sono sufficientemente smart per wikipedia o forse wikipedia è un po’ troppo complessa. Inoltre non devi soffermarti sulla pagliuzza. Nel senso che se io parto armato di buona volontà e vedo gente che ci mangia e mi si fanno le paturnie tutti contro uno perché non seguo LE REGOLE qualche dubbio mi viene.
    Alcuni esempi: sono cattolico ma non posso non vedere che la chiesa è gestita da uomini. Credo nella democrazia ma non posso non vedere che i governi hanno dei problemini. etc.
    Non sono un anarchico ma mi sembra che prima di mettere al muro una persona armata di buona volontà che forse può aver fatto un errore (ma non ne sono convinto) ci siano molte altre cose da risolvere prima.
    Inoltre il linguaggio aggressivo e il fare gruppo contro uno non mi sembra un segnale di forza.

  6. Pingback: Wikipedia aperta alla discussione nello spirito open se non vieni ... | Internet Marketer | Scoop.it

Leave a Reply