link consigliati: iPhone 4S Schutzfolie   -   Posizionamento Web   -  Vendita gadget pubblicitari personalizzati

Il film La giusta distanza di Carlo Mazzacurati ed un percorso nei luoghi del Delta

Ieri sera ho visto il La giusta distanza di Carlo Mazzacurati.
Un bel film italiano di cui avevo pochissimo sentito parlare e completamente ambientato nel delta del Po.
Con attenta ricerca nei forum ho scoperto che:

  • le prime sequenze sono state girate a Ca’ Zuliani, Scardovari, Porto Tolle
  • A Santa Giulia, frazione di Porto Tolle, c’è la casa della maestra Mara e l’officina del tunisino Hassan
  • A Villanova Marchesana, c’è il bar con i gestori cinesi e la tabaccheria.

Probabilmente è uno dei film meno famosi girati sul delta, anche se uno dei più recenti, ed il paesaggio delta forse non si presta ad essere sfruttato come ha fatto Volterra con i vampiri organizzando un tour guidato per turisti da tutto il mondo Volterra Twilight tour è però vero che forse si potrebbe cavalcare un po’ di più almeno questa sensibilità dei registi nostrani verso delta del Po!

Natalino Balasso
Certo che qui, vent’anni fa era tutta campagna
Anche adesso è tutta campagna
Ah, te ne sei accorto anche te?

Carlo Mazzacurati sul Delta del Po:
È un posto che per me ha un valore espressivo e emotivo.
Scelgo sempre uno spazio evocativo in cui mi sento a mio agio e che diventa il centro dell’inquadratura. Questo tipo di luogo è come un teatro di posa [...] come un foglio bianco

A SMAU Padova le immagini creano interesse

Dopo aver presentato nel 2013 la mia strategia a fotografi in importantissimi eventi nazionali (Photographers Day 2013 Roma e Bassano Fotografia 2013) oggi è stata la volta delle aziende (PMI) a SMAU Padova: Sfruttare al meglio le immagini aziendali in internet.
Presenti una cinquantina di persone (alcune in piedi), tutti interessati (nessuno ha abbandonato prima del termine), una domanda, tre contatti a fine relazione.
Mi sembra un ottimo segnale in attesa di SMAU Milano, Bologna, Firenze, …

Quello che tutti fotografano, tutti influenzano, tutti vogliono vedere/avere

Il potere della fotografia in internet è immenso e soprattutto influenza gli altri (almeno quelli del nostro gruppo ma sicuramente anche altri).
Di conseguenza quello che tutti fotografano, tutti influenzano, tutti vogliono vedere/avere.

Vi sembra una banalità?

Caliamolo nella moda:
tutti fotografano xxxx che si veste con occhiali yyyy, vestito zzzz
tutti verranno influenzati, tutti vorranno così vestirsi

E’ scontato!
Meno scontato è però

Caliamolo nell’alimentazione:
tutti fotografano patatine, hamburger e la bibita marrone con le bollicine?
tutti verranno influenzati, tutti vorranno così mangiare (sui grandi numeri è inutile fare trattati sulla dieta mediterranea, parlare di salute, …)

Caliamolo nel turismo:
tutti fotografano parchi divertimento e grattacieli
tutti verranno influenzati, tutti vorranno andare a vedere parchi e grattacieli.

Smettetela di spiegare la storia!
Smettetela di dire che il futuro dell’Italia è il suo patrimonio storico che poi immancabilmente vietate di far fotografare!
Fate più parchi divertimento e più grattacieli e ingurgitate la cultura a stelle e strisce!