Ti senti triste? Fatti aiutare da un clown e Bassanese! ;)

A volte ripenso a quanto si rideva con Fantozzi, film di una tristezza infinita perché spesso ritraevano momenti non esaltanti della vita di ognuno di noi.
Nello stesso modo i clown, se vogliono, invece di essere le persone più divertenti del mondo, possono diventare quelle più tristi.

Ti senti triste? Fatti aiutare dal nuovo video di Luca Bassanese e dal clown Jean Ménigault (in arte Méningue)

Non chiedere nulla che tutto ti sarà dato.

Quando il selfie ti può uccidere!

Attenzione quando vi fate i selfie, potete rischiare la vostra vita (e quella degli altri).
Mohamed Aslam Shahul, 21, was taking a selfie as a wave crashed against the cliff, causing him to lose his balance and fall into the sea from a height of about six feet. His body was recovered and taken to the local hospital, where he was pronounced dead.
Mashable
Nello stesso articolo si riporta
In August of last year, a couple died while trying to take a selfie on a cliff in Portugal.

Ragazzi hitec: veri Touchscreen Master (o touchscreen slave)?

I ragazzi hitec pane e smartphone sono veri hitec o semplici Touchscreen Master o peggio touchscreen slave?
Ovvero un ragazzo in grado di utilizzare semplicemente e velocemente uno smartphone è un ragazzo che ha capito la tecnologia, che sa cosa si nasconde dietro?
Un ragazzo che sa usare bene una pala diventerà un imprenditore agrario? Un ragazzo che sa usare bene un fucile diventerà un generale? Un ragazzo che …

La cosa strana è che gli imprenditori agrari, i generali, … e tutti gli altri pensano che se vogliono trasformare i loro figli in imprenditori agrari, generali, manager, … devono dargli subito, il più presto possibile, l’ultimo ritrovato hitec (smartphone e/o pad) e solo loro sapranno come utilizzarlo.
Ha tre anni ed è più bravo di me, in un attimo sa come visualizzare le immagini, sfogliarle, vedere i video, …

Ha proprio una carriera davanti a se, chissà cosa saprà fare a cinque, dieci o quindici o …

Ci stiamo preparando per farci dominare dai computer che come nei peggiori libri di fantascienza, penseranno anche per noi.

Tutti uguali o tutti diversi?

Quando ero un ragazzo per me era un valore riuscire ad essere diverso, non diverso per come apparivo ma diverso per come ero, per come pensavo.
Da genitore, anche se lo capisco, mi da fastidio vedere che mia figlia, pur sentendosi diversa, fa di tutto per apparire uguale.
Pensieri sparsi per cercare di introdurre Maddy Stuart aspirante modella

Una foto pubblicata da Madeline Stuart (@madelinesmodelling_) in data:

Riconoscere le immagini e assegnare tag: Magic View di Flickr

Google Image è anni in grado di “riconoscere” il contenuto delle immagini e di assegnare tag e quindi di aggregarle in diverse tipologie.
La stessa strada ora viene percorsa di Flickr con Magic View in Camera Roll ma i risultati sono ancora acerbi.
Ad es. guardando le mie prime fotografie:
nella categoria animal bird due indici che si toccano, un monumento equestre, delle pecore e il monumento di un elefante capovolto.
nella categoria animal dog un orso
nella categoria animal insect un monile

La cioccolata e “leccarsi i baffi” fenomeno di tendenza a Eurochocolate Perugia 2015

Guardate il nuovo video di Eurochocolate Perugia 2015: il messaggio è semplice la cioccolata e leccarsi i baffi di cioccolata sono un fenomeno di tendenza per giovani tech possessori di smartphone.
Bello ma …

Il messaggio ed il target sono completamente sbagliati!!!!!!!!!!!

Cosa manca? Mancano i bambini, mancano le famiglie, mancano gli anziani!
Mi volete raccontare che solo i ragazzi hitec mangiano la cioccolata e solo loro possono partecipare a Eurochocolate Perugia 2015?

Largo ai nonni, largo ai bamini, largo alle famiglie allargate, Perugia e l’Umbria sono perfette per accoglierli e se non sono hitec, meglio, così potranno godersi, anche senza navigarli, gli splendidi paesaggi dell’autunno umbro (Eurochocolate di svolgerà dal 16 – 25 ottobre): Perugia, la splendida Assisi, il lago Trasimeno, …

Prenotate al più presto perché se si sparge la voce che non devono partecipare solo i giovani hitec …

Facebook in Polesine

Nei media tradizionali vi sono realtà polesane interessanti presenti da anni.
Per quanto riguarda internet il discorso è differente.
L’aspetto web è ampliamente coperto anche dagli stessi referenti dei media tradizionali e da alcuni nuovi operatori.
Per quanto riguarda Facebook questa un’analisi del presente.

Da anni in Facebook c’è un gruppo che sta indicando la strada ai rodigini e non solo: Rovigo de ‘na volta.
5000 persone, in forte crescita, condividono materiale, discutono, contribuiscono a mostre e al crescere di un sapere collettivo.
In provincia, ogni città/paese sta cercando di seguire la stessa strada con
gruppi del tipo “sei di … se …“.
Ovviamente quello di Adria è oggi uno dei più numerosi.

Ma il tutto sembrava fermarsi qui, chi vive in una città ora in facebook potrà essere maggiormente coinvolto a parlare della sua città.
All’italiana l’interesse rimane confinato al proprio orticello.
Le ambizioni del gruppo facebook Polesine sono completamente diverse anche se al momento gli iscritti sono ancora pochi: appena sopra i tremila.
L’idea di fondo è cercare di far conoscere il Polesine ai polesani, agli immigrati polesani e ai non polesani potenziando, soprattutto attraverso le fotografie, le “perle” del polesine in un continuo confronto su quello che almeno i vicini di casa stanno facendo in merito.
Ovvero, visto che l’acqua rappresenta la maggiore perla polesana grazie a Po e Adige, con i relativi canali e non dimenticando il mare e soprattutto quella zona tra mare e terra unica, costituita dal delta del Po, bisogna almeno studiare le mosse intraprese dai ferraresi.
I gruppi facebook hanno la capacità di coinvolgere gli iscritti per la loro semplicità ma è difficile gestire le eccellenze emerse e la ciclicità delle argomentazioni.
Ovvero i nuovi iscritti faranno le stesse domande, vorranno sapere le stesse cose già emerse più e più volte in precedenza ma lo strumento rende quasi impossibile risposte del tipo: “ne abbiamo già parlato qui”.
Per cercare di ovviamere a questa lacuna ed evidenziare ancora di più le eccellenze emerse è nata una page collegata Delta POlesine che ha come unico scopo evidenziare il meglio di quanto emerso nel gruppo Polesine, nell’ottica di riuscire anche in un secondo tempo ad utilizzare il materiale.
Di respiro molto più locale è invece il gruppo Rovigo di Oggi che cerca di dare sfogo agli argomenti che Rovigo de ‘na volta non può dare da regolamento.

Ci tengo a sottolineare che queste iniziative facebook (Polesine, Delta POlesine, Rovigo di Oggi) sebbene nate da una idea mia vengono portate avanti dal contributo di tutti gli iscritti e che gli iscritti più attivi vengono quasi subito coinvolti al ruolo di amministratore. Ovvero queste iniziative non sono strumenti miei ma devono essere strumenti di polesani a disposizione di polesani e non.

Fabrizio Pivari.com