SEO: tutti ne parlano, pochi sanno di cosa stanno parlando

SEO (Search Engine Optimization) è probabilmente una delle parole più utilizzate e più abusate, detto in modo differente: tutti ne parlano, pochi sanno di cosa stanno parlando.
Il mio punto di vista in merito è strano, non mi considero un SEO, non sono uno che cerca ogni istante di capire come funziona Google e di fare in modo che il mio sito o il sito dei miei clienti “piaccia a Google il più possibile”.
Conosco i principi base soprattutto legati alla concezione anglosassone del testo e mi considero un SEO naturale, un SEO che come un contadino, coltivando il suo campo con cura, negli anni, riceverà i giusti frutti. Un contadino attento a macro tematiche come le coltivazioni bio (logiche, dinamiche, …).
Ovviamente, non tutte le aziende possono avere un tale approccio generazionale, molte hanno bisogno, sempre facendolo nel modo corretto, di accorciare i tempi, di non rimanere indietro rispetto ai diretti competitor.
In questo caso bisogna ricorrere ad una agenzia seo professionale, start-up o multinazionale cambia solo la complessità del sito azienda, non l’esigenza di affidarsi a professionisti. Una agenzia seo in grado di essere al passo, non solo con le evoluzioni quotidiane di Google ma anche con le evoluzioni dei nuovi motori di ricerca social e non social.

Ovvero, visto che sempre più utenti/clienti utilizzano internet soprattutto in mobilità e non tramite browser ma tramite app. E visto che le app più utilizzate sono soprattutto social, a secondo dei target: facebook, twitter e instagram.
Questi utenti speso non escono per far ricerche, ovvero utilizzano sempre meno Google e sempre più utilizzano i motori interni di ricerca.

Per questa ragione quando si sceglierà una agenzia SEO in grado di posizionare al meglio la nostra attività internet bisognerà operare una scelta oculata perché l’agenzia dovrà essere in grado di posizionare al meglio il nostro sito per le chiavi desiderate in Google ma si dovrà considerare anche i nuovi motori di ricerca social e la parte social della nostra azienda internet dovrà essere ben posizionata per le stesse chiavi nei relativi social. Non sarà più sufficiente avere social solo con tanti followers gonfiati.
Se poi il business della nostra azienda si rivolge anche ai mercati russo e cinese, la scelta della giusta agenzia seo dovrà essere ancora più oculata perché Yandex e Baidu sono fondamentali.
L’approccio a Yandex è relativamente semplice ma quello a Baidu è molto più delicato e richiede competenze significative.

Come sito di riferimento per informazioni nel ambito SEO suggerisco Moz.

Su internet si trovano molte aziende che si occupano di seo e visibilità online, ma pochissime hanno un “know-how” in ambito seo e posizionamento a livello internazionale. Ancora meno sono le agenzie seo internazionali le quali hanno un team di esperti madrelingua. Come per il sito Moz suggerisco, a livello di agenzia seo: ADS-All Digital Strategy, la quale ha uno staff internazionale madrelingua in italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo, russo, cinese, arabo.

Non leggete Crash però studiate la postfazione

Ci sono opere che non si possono consigliare, che alla lettura risultano veramente pesanti, che sembrano non aver lasciato niente ma invece hanno smosso.
Mi vengono in mente Le 120 giornate di Sodoma (Marchese de Sade), alcune opere di giapponesi tra cui Mi farò mummia (Shimada Masahiko) ed ora Crash di James Graham Ballard.

La postfazione di Crash del 1974 è un capolavoro.

Il matrimonio tra ragione e incubo che ha dominato il ventesimo secolo ha generato un mondo sempre più ambiguo. Il passaggio delle comunicazioni è attraversato dagli spettri di sinistre tecnologie e dai sogni che il denaro può comprare. Sistemi d’armi termonucleari e pubblicità televisive di bibite coesistono in un mondo sovrailluminato che ubbidisce alla pubblicità e agli pseudo eventi, alla scienza e alla pornografia. Alle nostre vite presiedono i due grandi leitmotiv gemelli del ventesimo secolo: sesso e paranoia. […] Voyerismo, disgusto di sé, la base infantile dei nostri sogni e dei nostri desideri – questi mali della psiche sono ora culminati nella perdita più atroce del secolo: la morte del sentimento.
[…] sono sempre stato convinto che il futuro fosse una chiave migliore del passato per intendere il presente.
[…] Scienza e tecnologia si moltiplicano attorno a noi, dettando in misura sempre maggiore i linguaggi in cui parliamo e pensiamo. E a noi si impone di usarli, o di rimanere muti.

La Grecia che non ti aspetti: la spiaggia di Zacharo, Peloponneso

Se pensi alla Grecia pensi al mare, pensi alle isole, pensi ad un caletta con il mare subito profondo di tutte le tonalità dell’azzurro blu.
La spiaggia di Zacharo in Peloponneso è la Grecia che non ti aspetti!
Km e km di sabbia, acqua bassa, cristallina ma sul verde.
Ti sembra di essere in una immensa piscina dove però, nuotando lungo la costa non riesci a toccare il bordo.
Tolto un bagno attrezzato con la musica e dove si gioca con rudimentali racchettoni (come i nostri di 15 anni fa sostituiti da quelli in fibra), nessuno per km e km.

Che sia un DELTA? 😉

P.S. Se per caso volete dormire una notte o più in queste zone vi consiglio caldamente il residence di Vakis.
vakis-apartments.gr

FranciaCorta biologico? e naturale?

Grazie a Slow Food ho conosciuto VinNatur, di Gambellara (VI).
L’idea è semplice: tornare ad un vino naturale, esente da chimica sia in fase di coltivazione che di vinificazione. La realizzazione è complessa.
Mi ricordo i bottiglioni di raboso di mio zio sempre sulla tavola. Oggi risulterebbe quasi imbevibile, ma quello era vino, era il vino veneto della trevigiana (considerato vino da taglio per il colore).
La domanda che mi son posto è: all’interno dei produttori FranciaCorta, tra le migliori bollicine italiane, esiste un movimento, una ricerca biologico?
E naturale?
W per gli altri vini.

Al momento VinNatur raggruppa un centinaio di produttori di tutto il mondo.

Sto leggendo la fantascienza di James Graham Ballard

La fantascienza è sempre stata un mio pallino fin da ragazzo. Pensavo di aver letto un po’ di tutto. Ora ho scoperto James Graham Ballard ed ho finito di leggere il suo secondo libro: Il mondo sommerso.
Ben scritto, molto scorrevole, mi ha lasciato poco.
Ora passerò a Cash, ad uno dei sucessivi, per dare un giudizio più completo.

Zucchero: emotional travel nel delta del Po e nel delta del Mississippi

Zucchero ha tracciato il solco per l’emotional travel Polesano con la sua recente canzone Voci (Namanama version), e grazie allo splendido videoclip di Gaetano Morbioli, indicando la retta via:
il delta del Po come il delta del Mississippi!
Per andare oltre la lungimiranza di Zucchero
Il delta del Po come il delta del Danubio, il delta del Nilo, il delta del Volga, il delta del Mississipi, il delta del Rio delle Amazzoni, il delta del Fiume Giallo, il delta del Gange, …

Voci di radici, di nebbia e di pioppi
Che parlano agli argini e che parlano ai matti
Voci nella testa, voci contro il tempo
Che riempiono la vita restando nel silenzio

MSC Meraviglia: video 3d per stupire

Eccovi il nuovo video 3d di MSC Meraviglia fatta per stupire.
Io lo trovo così kitsch/lussuosa che mi è venuta voglia di andarci:
325 metri di lunghezza, 65 di altezza, realizzata con ogni lusso e comodità possiate immaginare, per una indimenticabile vacanza in qualsiasi stagione!
Scala di cristallo Swarovski, la fantastica promenade lunga oltre 96 metri, video soffitto a led il più grande mai realizzato su una nave, EATaly, vedrete la cioccolata scorrere, l’aria solarium più ampia mai realizzata su una nave, il servizio maggiordomo 24 ore al giorno, la massima esperienza di lusso in crociera, …

Tante belle partite per Euro 2016, come vederle in italiano? RSI La2

Tante belle partite per Euro 2016: oggi Francia-Irlanda, Germania-Slovacchia e Ungheria-Belgio come vederle in italiano?
Se avete Sky non avrete problema. Con la Rai avrete la possibilità di sentire solo le radiocronache. Quindi?
La televisione della Svizzera Italiana RSI La2!!!!!!!!!
Sul web di RSI La2 non si può vedere lo streaming perché se l’ip è italiano …
La soluzione è utilizzare un proxy svizzero.
Non penso sia una soluzione a portata di tutti, io quindi consiglio:
https://www.firstonetv.eu/en/uefa2016
Se invece dell’italiano preferite una qualsiasi altra lingua …

Lago di Fimon: una piccola perla trovata per caso

Ieri, di rientro da un piccolo giro a Soave, sono andato in direzione Vicenza e buttato a caso nei colli Berici.
Dopo aver scollinato un paio di volte ho seguito curioso le frecce Lago di Fimon.
In una piccola valle verde un piccolo lago incontaminato dove la strada che lo costeggia è chiusa.
Piste ciclabili, passeggiate, un unico piccolo punto ristoro.
Intoccabile perché per fortuna hanno trovato resti risalenti al neolitico.
Tornerò portandomi la mountain bike o la canoa.
lago di Fimon,  Arcugnano, Vicenza