Italia = buona cucina ed i bambini?

Penso che tutto il mondo associ all’Italia la buona cucina tradizionale (alle Francia quella più elitaria).

Ma se penso ai bambini, ai piccolissimi cosa l’Italia ha insegnato al mondo?

Gli snack Ferrero sulla scia di quelli a stelle e strisce? E per i più piccoli?

Possibile non esistano nella nostra cucina popolare piatti che possano diventare mondiali dedicati ai bambini?

A me viene in mente solo il semolino e non si vede l’ora di diventare un po’ più grandini per non mangiarlo più in tutta la vita di adulto (se non sotto forma di gnocchi)!

Essere speciali: da molto normali a anormali, cambia il concetto di eroe

Mi sembra che sia cambiato il significato del termine speciale, persona speciale e quindi di quelle persone punto di riferimento, leader, eroi.
Nei miei ricordi di infanzia persone speciali erano i miei genitori, i maestri/professori, i dottori, i farmacisti, gli avvocati, i politici, gli sportivi, …
Persone molto normali, che mi stavano attorno, che avevano raggiunto posizioni di rilievo negli anni con costanza, impegno, determinazione e fatica.
Per citare tra alcuni di quelli super speciali: Madre Teresa, Neil Amstrong, Pelè.

Oggi spesso, persone speciali sono persone diverse, persone anormali.
Guarda com’è speciale ha 4 persing, 2 dilatatori, i capelli blu, 20 tatuaggi.
E’ speciale fa uno sport estremo, si lancia dall’aereo senza paracadute, usa le ali, si lancia dai grattacieli, scala i ponti, …
Non consiglio di guardare questo video che ben rappresenta quello che intendo youtu.be/sFUcxnvAeMc

Dobbiamo essere tutti speciali/diversi ma forse non lo si diventa per quello che si fa ma per quello che si è.

Quando vince la tua squadra del cuore, son dolori!

Una volta si diceva quanto perde la tua squadra del cuore son dolori.
Gli Stati Uniti sono sempre avanti, precorrono mode e tendenze (anche negative). Si tratta di notizia del ’77 ma ci costringerà a dire quando vince la tua squadra del cuore, son dolori!

Vi sembra un discorso assurdo? Leggete questo articolo su Boing Boing. Anche se la realtà non andrebbe nascosta, trattandosi di perversione, forse è meglio leggere l’articolo se maggiorenni.

Anthony Howe, il braciere olimpico e Alexander Calder

Tutto il mondo ha assistito con ammirazione e stupore all’accensione del braciere olimpico dell’artista Anthony Howe da parte di Vanderlei de Lima alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro.
In effetti l’effetto ottico è da rimanere a bocca aperta.
Io sono più per la tradizione, meno per il super effetti speciali stile Alexander Calder.

Come utilizzare Instagram con un PC Windows 10? gramblr

La strada è stata lunga e non semplice perché è da anni che non ho lo smartphone e voglio utilizzare Instagram soprattutto per caricare le mie fotografie.
Inizialmente utilizzavo un emulatore android con uno dei tanti programmi che consentono di caricare immagini in Instagram, poi con l’app InstaPic su Windows 10.
Ora spero di aver trovato la soluzione definitiva: gramblr.
Lo si puoi utilizzare da qualsiasi browser creando un utente gramblr ed introducendo il proprio utente instagram o si può scaricare l’applicazione windows.
gramblr fa semplicemente da ponte. L’immagine viene caricata in gramblr e gramblr via api fa l’accesso e pubblica.

COMODO e spero DEFINITIVO.

E’ nell’uomo dover andare oltre ogni limite?

Forse è nell’uomo andare oltre ogni limiti ma questa giustificazione della ricerca dell’eccesso in ogni ambito a me risulta inconcepibile. Rappresenta la distruzione della morale, di ciò che è giusto. Volevo solo provare, volevo solo sperimentare, …
Non accontentarsi dell’uomo per approdare al superuomo con qualsiasi mezzo.
E per quanto riguarda i rapporti umani? Sembra che in quel caso ci sia poco da esplorare, da approfondire, … Sono sufficienti i social network.

Avere il fiato sul collo per colpa di un parrucchiere greco!

Una volta si diceva Avere il fiato sul collo nel senso di subire una pressione da qualcuno che mette fretta e ci incalza su una scadenza lavorativa, un problema o … e sinceramente mi sembrava uno strano modo di dire destinato a sparire presto.
Oggi però sono andato da un parrucchiere greco.
Bravo, veloce, molto esperto.
Faceva un po’ impressione perché non era vecchio (non era comunque giovane) e gli mancavano tutti i denti superiori davanti.
Tagliava veloce i capelli lateralmente con la macchinetta e poi soffiava.
Avere il fiato sul collo per colpa di un parrucchiere greco!