Ipocriti sessuali? considerazioni sul sesso nella nostra società

La morte è stata rimossa dalla nostra società. Ogni giorno sentiamo e compiangiamo uccisioni e morti sempre più cruenti ma nella propria vita raramente capita di stare vicino ad un moribondo.
E per il sesso?  Sebbene si pratichi sesso quasi senza inibizioni, considerando ogni sperimentazione sessuale lecita se consenziente, e sebbene si sia attorniati da provocazioni sessuali (la pubblicità attinge continuamente nel vedo-non vedo sempre più esplicito) le rappresentazioni dei sessi sono escluse dalla vita quotidiana.
Se si pensa che nel lontano passato la rappresentazione di falli, seni ed organi genitali femminili erano comunissimi e in oggetti di uso comune in tutte le case (nella fotografia penso una brocca romana forse per versare vino a forma di fallo cavalcato visibile nel museo archeologico di Adria), oggi siamo forse dei finti progressisti inibiti di moralismo, degli ipocriti sessuali?

Gioielli di bigiotteria di lusso

Viviamo in un’epoca di forti contraddizioni e provocazioni ma quando si parla di
prodotti e di qualità le possibili contraddizioni sono confinate solamente al linguaggio.
Prendiamo il famoso fenomeno dei panini di lusso.
Sembra una sfida all’ultimo sangue tra i più famosi chef stellati.
Eppure nella tradizione, e nella mente delle persone, il panino è da sempre, soprattutto negli Stati Uniti, ma anche in Italia, contraddistinto dalla sua praticità e economicità anche se in Italia alcuni sono stati elevati al rango di cibo di stradadella tradizione” come il fiorentino panino al lampredotto o il palermitano pane e panella.
Forse il panino di lusso è una tendenza ma la selezione e la qualità degli ingredienti è innegabile. Inoltre la comodità di una colazione di lavoro frugale e rapida ma in un locale stellato e con il gusto che solo chef di altissimo livello possono creare.

In un campo completamente diverso potrebbe risultare ancora strano
parlare di gioielli di bigiotteria di lusso anche se fin dagli anni ’50 si parla
di bijoux d’arte e bijoux di design.
Oggi finalmente si può parlare di gioielli di bigiotteria di lusso, per la
ricerca dei materiali da utilizzare e la cura nelle realizzazioni che
seguono le medisime lavorazioni dei gioielli tradizionali a partire dal disegno esclusivo alla realizzazione artigianale.

Forse il gioiello di bigiotteria di lusso è una tendenza ma immaginate il
piacere di esibirlo ovunque e senza alcun timore.

Nek spacca Verona

Tutti all’Arena per la performance di Nek in collaborazione con J-Ax

Domenica sera, 21 maggio 2017, presso l’Arena di Verona, il famoso cantautore Filippo Neviani, in arte Nek, con il rapper J-Ax ha fatto il pienone (sold out).

E’ incredibile come pur avendo iniziato la sua carriera musicale in giovane età, sia in grado di ringiovanire costantemente la sua musica conquistando i suoi fan e le nuove generazioni.

Se ti autolesioni o stai pensando al suicidio

Se ti autolesioni o stai pensando al suicidio, i consigli di Telefono Azzurro

  1. Contrapponi il fare al pensare: esci, fai qualcosa di semplice, ma rilassante che pensi ti possa far stare meglio. Questo non significa ignorare ciò che ti mette in difficoltà: è importante farlo, ma nel momento più adeguato e con il sostegno di professionisti che ti possano supportare in questo.
  2. Tieni presente che quando ci si sente in estrema difficoltà la percezione delle cose è alterata e si ha la sensazione di non avere vie d’uscita. Ricorda però che si tratta spesso di momenti transitori.
  3. Cerca di non stare solo: solitudine ed isolamento rischiano di peggiorare la situazione.
  4. Prova a pensare ad una situazione di difficoltà che sei riuscito a superare in passato. Cosa ti è stato d’aiuto? Quali risorse hai messo in campo? Quali oggetti, comportamenti, idee o persone ti hanno aiutato?
  5. Prova ad immaginare un ragazzo nella tua stessa situazione: cosa gli diresti per aiutarlo?
  6. Se sai che qualcosa ti fa stare male e pensi di essere in un momento di particolare vulnerabilità, cerca di evitare. Ad esempio, se un luogo ti evoca particolari ricordi negativi, non andarci e, se devi farlo, non andarci da solo.
  7. Chiedere aiuto non è un atto di debolezza: è, invece, un modo molto coraggioso di iniziare un percorso per stare meglio.
  8. Informa una persona di tua fiducia di come ti senti: condividere significa anche “dividere con”. Parlare con qualcuno ti aiuterà a costruire più soluzioni proprio quando ti sembra che non ce ne siano. La persona che avrai scelto sarà felice di poterti ascoltare, non vergognarti di raccontare come ti senti, stai facendo un passo molto importante.
  9. Se sai che un amico o una persona che conosci si auto-lesiona o sta pensando al suicidio, offrigli il tuo sostegno ed il tuo ascolto, ma non assumerti da solo questa responsabilità. Informalo, ad esempio, della possibilità di rivolgersi a Telefono Azzurro, chiamando il numero sempre attivo 1.96.96 oppure attraverso la chat (attiva tutti i giorni dalle 08.00 alle 22.00 – il sabato e la domenica dalle 8:00 alle 20:00).
  10. Se non dovesse accettare o se tu non fossi sicuro che chiederà un aiuto, prova a contattare tu Telefono Azzurro. Cercheremo insieme una soluzione. Oppure, informa un tuo adulto di riferimento di questa situazione.

Laura Kimpton: destroy the EGO!

Penso che la performance destroy the EGO! di Laura Kimpton si possa anche considerare banale però mi sarebbe piaciuto per una volta essere lì con il martello in mano e diventare un partecipante protagonista.
Distruggere con tutte le mie forze almeno l’EGO di cartone e legno.

Blue Whale: le Iene ieri sera

Sono sempre molto attento alle novità/tendenze che internet propone nel bene e nel male. Il fenomeno Blue Whale mi era però sfuggito. Sto ancora cercando di digerire il servizio delle Iene di ieri sera. Necessario anche se per come gran parte degli ultimi fenomeni, la nostra generazione a caccia dei perché, rimane sconvolta.
Sembra che i perché non esistano.
Sembra sempre un videogioco.
Ma se si videogioca con la propria vita, non si torna indietro.

P.S. Il gioco è stato creato da Philipp Budeikin per “ripulire” la società spingendo al suicidio coloro che riteneva come non degni di vivere. Blue Whale ha avuto inizio nel 2013, con “F57”, uno dei nomi del cosiddetto “gruppo della morte”; a questa pratica sono riconducibili circa 130 suicidi.

Angelo e Mosè di Jacob Sibbern

Quando Jacob Sibbern in aprile mi passò a trovare mi mostrò due nuove serie serie Blu Notte e Frammenti delle Origini.
Li ho lasciati depositare ed ora ho scelto i miei due preferiti, uno per ogni collezione, e sono entrambi di tematiche bibliche (sarà un caso con l’imminente Festival Biblico Rodigino?).

L’angelo della serie Blu Notte

e Mosè della serie Frammenti delle Origini

Considerazioni sul parco MAB UNESCO del Delta del Po: la città di Ravenna è dentro e Venezia?

Ieri sera mi sono soffermato a guardare l’affresco con la mappa della diocesi di Adria e Rovigo degli anni ’40 nel palazzo vescovile di Rovigo.
Pur non essendo polesano sapevo che i principali comuni della provincia di Rovigo sul mare sono sotto la diocesi di Chioggia e pensavo che la diocesi di Adria-Rovigo non arrivasse al mare. Ho scoperto invece che comprende il comune di Ariano nel Polesine, che arriva fino al mare, lungo il ramo del Po di Goro, con una piccola strisciolina di terra (Gorino Veneto è nel comune di Ariano).
Ho anche scoperto, ma devo verificarlo, che la diocesi di Ferrara non solo non arriva al mare ma non confinava nemmeno con la diocesi di Comacchio, perché la diocesi di Ravenna si incuneava fino al Po.

Prima considerazione:
Ai rodigini e ai ferraresi interessa il delta del Po? E ai Ravennati e ai Chioggiotti?
La storia non si cambia in pochi giorni. Se le diocesi di Rovigo e Ferrara non comprendevano il delta e lo comprendono poco anche oggi … La diocesi di Ferrara e Comacchio da non molto sono unite (anni ’80) e ferraresi e comacchiesi non sono mai andati tanto d’accordo.
Il delta, dal punto di vista delle diocesi, oltre che Comacchiese era ed è Chioggiotto e Ravennate.

A questo punto incuriosito sono andato a vedere la mappa del comune di Ravenna e quindi accuratamente la mappe del delta del Po MAB UNESCO ufficiale.
Sapevo che nel comune di Ravenna c’è il più bel museo del delta Po (devo ancora vedere il nuovo museo di Comacchio del Delta antico), nella frazione di Sant’Alberto, il museo NatuRa e che subito al di là del Reno c’è probabilmente uno dei punti più belli nelle Valli, la Penisola di Boscoforte ma non sapevo che il comune di Ravenna non sta al di qua del Reno, ma proprio a partire da Boscoforte va al di là fino alla foce del canale Gobbino.
Questo vuol dire che una parte significativa della principale valle di Comacchio è in territori del comune di Ravenna.
Infatti se guardate con attenzione la mappa ufficiale vedrete che un bell’angolo della principale valle di Comacchio è stata tagliata.

Seconda considerazione:
Il territorio del comune di Ravenna occupa una bella fetta della principale valle di Comacchio, parco del delta del Po, NAB UNESCO.

Dal mio punto di vista e probabilmente dal punto di vista della rilevanza del Delta del Po a livello Mondiale io sarai sicuramente per aggiungere Ravenna, che già a livello territoriale ne fa parte, ma più che Cervia, Chioggia a meglio ancora Venezia.
Non solo, ma a livello di comunicazione sostituirei come patrimonio UNESCO, Ferrara ed il delta del Po, con Venezia, la sua laguna e il suo delta per promuovere a livello mondiale il Delta del Po di Venezia.

Terza considerazione:: UNESCO Venezia, la sua laguna e il suo delta e quindi il il Delta del Po di Venezia.