Una mia fotografia in gettyimages

C’è stato un periodo che facevo fotografie con l’intento di fare belle fotografie pur utilizzando macchine fotografiche economiche.
In quel periodo utilizzavo 500px e pensavo fosse uno dei siti di fotografia più belli al mondo e che fosse importante cerca di emergere. Poi ho ricominciato a fare fotografie con l’intento di far conoscere luoghi poco fotografati, piccoli paesi, monumenti minori dove ero stato. E con lo stesso intento popolare Tripadvisor e Wikipedia.
Ora a distanza di anni una mia fotografia introdotta in 500px è stata selezionata da GettyImages!
Forse dovevo insistere a fare belle fotografie e magari comprare una valida reflex 😉

Congratulations! One of your photos was selected by Getty Images and is now available for licensing on gettyimages.com.

Olio: ritardo fortissimo sul web

Carlo Cambi ha sottolineato il ritardo fortissimo che ha il mondo dell’olio sul web “Solo il 45% dei frantoi è rappresentato, solo il 35% delle aziende agricole e appena il 3% dell’olio venduto è e-commerce” ha dichiarato il giornalista di Linea Verde Rai, invitando tutti a fare una riflessione su come colmare il gap se si vuole uscire dal mercato locale.
Asolo: XLVI Assemblea Nazionale delle Città dell’Olio

L’esperto certificato ECDL conosce tutto tranne …

Mi era venuto il dubbio che ECDL trascurasse il CLOUD. Mi sembrava impossibile ed ho cercato su Wikipedia tutti gli esami per la patente europea per l’uso del computer.
La nuova e l’advanced ECDL sono software indipendent e si possono utilizzare e conoscere Ubuntu, LibreOffice, Mozilla Firefox e Mozilla Thunderbird.
Però che non compaia la parolina cloud e che tutti i software siano ancora di tipo client o server
Evviva gli esperti informatici europei del software di 10 anni fa 😉

Smartphone insicuri

Oggi molte persone utilizzano i dispositivi mobili per navigare su Internet e svolgere attività online. Perdere il proprio device a causa di un atto di microcriminalità potrebbe quindi rivelarsi più dannoso e sconvolgente che mai. Il 75,8% degli individui afferma di utilizzare regolarmente Internet su uno smartphone (percentuale in crescita rispetto al 73,9% del 2016) e il 42,2% utilizza di norma un tablet per connettersi.

I dati importanti che vengono archiviati e inviati da questi dispositivi sono di diverso tipo: il 32,4% delle persone utilizza il proprio smartphone per l’online banking, e questo significa accesso a preziose informazioni di carattere finanziario. Inoltre, il 63,4% delle persone utilizza regolarmente il proprio smartphone per accedere ai propri account di posta elettronica personali; il 61%, invece, afferma di utilizzarlo per attività sui social media: entrambi gli esempi di utilizzo hanno a che fare con una quantità enorme di dati sensibili.

Avere una mole importante di dati preziosi sui propri dispositivi, però, non rende le persone consapevoli e sicure: solo il 39,7% protegge con le password i propri dispositivi mobili e solo l’8% sceglie di crittografare i propri file e le proprie cartelle per evitare accessi non autorizzati. Nel caso in cui questi dispositivi dovessero cadere nelle mani sbagliate, tutti questi dati – account personali, foto, messaggi e persino dettagli di tipo finanziario – potrebbero diventare accessibili per qualcun altro.
Anche perdere dispositivi che sono comunque protetti con una password può, però, avere conseguenze rilevanti: ad esempio, meno della metà (40%) delle persone effettua un backup dei propri dati e solo il 15,8% utilizza le funzionalità antifurto sui propri dispositivi mobili.

Questo significa che, probabilmente, in caso di furto, gli ormai ex proprietari di questi dispositivi non potranno accedere alle proprie informazioni personali e ai propri account.

Vendi online ed hai un solo ecommerce?

Se vendi online seriamente non puoi oggi avere un solo ecommerce.
Sicuramente avrai l’ecommerce nel tuo sito aziendale.
Come fai però ad ignorare le possibilità che sono in grado di offrirti eBay e Amazon?
Certo se hai 3 siti di vendita online il problema è gestirli ma soprattutto allinearli, facendo in modo che vi siano gli stessi prodotti, le stesse descrizioni, le stesse offerte.
Stai facendo ancora queste attività “a mano“? Ti sei reso conto che è un’attività improba con il rischio dell’errore costante dietro l’angolo?

Per fortuna esistono dei software in grado di aggiornare con un solo click il tuo punto vendita sul tuo sito ma anche su eBay e Amazon.
Io ho in mente Multi Web Negozi.
Provalo, scoprirai vantaggi negozio ebay, vantaggi negozio amazon e vantaggi sito aziendale ecommerce.

Multinazionale, amore universale, love

Riporto fedelmente il comunicato stampa Lattina arcobaleno al Milano Pride 2018
Un’esclusiva edizione limitata di Coca-Cola per celebrare l’amore universale.
Milano, 20 giugno 2018 – Per celebrare il mese del Pride, Coca-Cola lancia un’edizione speciale della sua lattina, dedicata al sentimento che più di ogni altro racchiude tutti i significati e le declinazioni di inclusione: l’amore, quello in grado di unire tutto e tutti, di superare le distanze e andare oltre le etichette. Il logo Coca-Cola lascia quindi spazio alla parola “Love“, che riflette il costante impegno dell’azienda verso la valorizzazione della diversità e dell’inclusione. L’azienda sarà in Pride Square, con un corner (Largo Bellintani – angolo via Lecco ) dove tutti potranno celebrare l’amore, in tutte le sue forme, con una foto da condividere online con l’hashtag #LoveIsLove e ricevere subito la lattina Love a edizione limitata.

In un mondo in cui nessuno più si schiera o peggio dove succede che oggi ci si schieri sopra e domani sotto, prima bianco e poi nero, …
In un mondo in cui le multinazionali possono fare il bello e cattivo tempo in tutto il mondo e riescono a conoscere e pilotare i nostri gusti, …

Non dimentichiamo che scopo finale di una multinazionale è quello di vendere il più possibile, in tutto il mondo, uno o più prodotti/servizi.

Gli articoli lunghi e di qualità piacciono a Google

Il motore di ricerca è programmato da persone e se un articolo piace alle persone dovrebbe piacere ai programmatori che cercano programmando di far ragionare Google come le persone

seo naturale vs seo tradizionale

Condivido poco la visione e l’approccio dei SEO, condivido poco far diventare una scienza la pubblicazione di articoli che abbiano come principale caratteristica quella di piacere a Google, il principale motore di ricerca.

target motore vs target persone

Penso che Google sia semplicemente uno dei possibili target e che un post debba piacere in egual misura anche ai reali visitatori del sito. Inoltre penso che un articolo ben scritto debba essere pubblicato anche al di fuori del proprio sito e che quindi debba essere anche di interesse per redazioni come se si trattasse di un comunicato stampa.

Se il target è molteplice e soprattutto se tra i target importanti ci sono anche persone, la qualità deve essere elevatissima.

Per questa ragione sono convinto che sia importante utilizzare un seo naturale e che non si debbano seguire solo i dettami/capricci di un motore di ricerca forzando quelle che sono le caratteristiche di un sito. Mettendo le persone al centro, in maniera naturale, si andrà incontro anche alle persone che programmano e che cercano di rendere il motore e le sue valutazioni sempre più conformi a quelle umane.

struttura italiana vs struttura anglosassone

E’ ovvio se si vuole mettere in risalto un argomento, si descriverà quell’argomento mettendolo in risalto nel titolo e nel testo.

La cosa da tenere presente che contrariamente alla nostra mentalità italiana converrà comprendere la mentalità anglosassone ed invece che sbrodolare il testo e soffermarci sulle conclusioni sarà meglio evidenziare le conclusioni all’inizio (abstract).
Che invece di sbrodolare sarà più conveniente impostare l’articolo per punti e quindi trasformare ogni punto in paragrafo, come se partissimo a scrivere l’indice.

Inoltre se l’argomento ci interessa poco e forse conosciamo poco in merito è ovvio che poco in merito scriveremo.

E’ quindi scontato che scrivendo articoli lunghi e di qualità di riescano a prendere i famosi due piccioni con una fava facendo così contento il motore ed il lettore del nostro sito.

quanto lungo deve essere un articolo?

Sinceramente non so quanto debba essere lungo un articolo per piacere ai motori e sinceramente non mi interessa molto. Ovviamente se troppo corto non è un articolo, non ha probabilmente contenuti di qualità che durano nel tempo perché non è sufficientemente approfondito. Probabilmente si tratta  di un tweet o qualcosa di molto simile pensato soprattutto per i social network, una breve descrizione adatta per durare brevemente nel tempo. Nel caso però di uno scritto veramente lungo, troppo lungo, rischieremo di scivolare in un racconto breve, in qualcosa di diverso.
Per persone poco abituate a leggere e che di solito sfogliano velocemente penso che articoli molto più lunghi di 1200 parole possano quasi diventare controproducenti. Che senso avrebbe avere dei libri online quando la gente li sfoglierebbe, guardando le immagini, l’indice, i titoli dei paragrafi e poco di più? In quel caso forse è meglio dare la possibilità di scaricare l’intero pdf solo per le persone realmente intenzionate alla lettura e magari dopo aver fatto introdurre loro almeno l’indirizzo email.

come usare le chiavi?

Sicuramente avremo in mente un argomento prima di scrivere e se proviamo a visualizzare l’argomento utilizzando almeno tre chiavi tutto sarà semplice.
In italiano la ripetizione non piace, piuttosto di ripetere più volte la stessa parola utilizziamo giri di parole o sinonimi e questo è un bene anche dal punto di vista dei motori. Non è saggio ripetere e ripetere più volte, sembra che la ripetizione sia fatta a posta quasi con l’intento di fregare il motore di ricerca in una sorta di spam, in una sorta di semplice trucchetto dove ripetendo più volte si cerca di attirare l’attenzione sull’importanza della chiave in questione.
Invece utilizzando giri di parole o sinonimi si continua a dare importanza al concento ma evitando scorciatoie.

e i link?

I link servono per dire “riguardo all’argomento trattato nel seguente articolo se si vuole approfondire o se si vuole leggere in merito qualcosa di significativo andate alla seguente pagina esterna“.
E’ ovvio che si utilizza un link solo ed esclusivamente se si vuole segnalare qualcosa di importante a riguardo altrimenti perché inserirlo visto che seguendo il link il lettore andrebbe lontano da questo sito e lo scopo di qualsiasi sito non è certo quello di allontanare ma anzi fare in modo che il visitatore si fermi interessato il più possibile nel sito in questione e meglio ancora leggendo il maggior numero di articoli interni. Come per Wikipedia e Facebook, lo scopo deve essere rendere prigioniero il visitatore, impedire che scappi via!
Ma se proprio si deve inserire un link allora inseriamolo su una chiave, su una chiave importante, su una chiave legata alla tematica principale affrontata nell’articolo.

e le immagini?

Le immagini sono sempre più fondamentali sia perché costituiscono un ottimo supporto visivo e soprattutto visto che i lettori sono abituati a sfogliare velocemente utilizzando dispositivi mobili le immagini rimangono immediatamente impresse e rafforzano i contenuti. E’ anche da segnalare che molte visite ai siti e alle relative pagine sono dovute a ricerche di immagini nei motori di ricerca immagine. Trovo un immagine che mi piace attinente a quella che voglio cercare, vado nel relativo sito e spesso mi soffermo anche a leggere i contenuti. Per questo le immagini sono importantissime ed è necessario oltre che utilizzare chiavi associate anche descriverle dettagliatamente. Meglio verranno descritte, più semplice sarà trovarle nei motori specifici, portando maggiori visite.

ps Tutti gli articoli di questo blog sono la visione dell’argomento della persona che li ha pubblicati, in questo caso di Fabrizio Pivari

Gli opposti si attraggono al Ristorante di pesce con il nasello delicato e l’asparago grassetto

I due prodotti sapientemente impreziositi creano un pasto unico e veloce da cucinare, fresco ed estremamente verde, come suggerisce lo Chef del Ristorante di pesce

Quando arriva la stagione degli asparagi, gli amanti di questo prodotto della natura, si accingono a consumarne quantità a piacere, cucinati in vari modi, come ad esempio arrosto con un po’di parmigiano e limone, scottato e ammucchiato su crostini di pane abbrustolito, al vapore, con le uova, oppure in un risotto dal sapore delicato ed arricchito dai profumi della tarda primavera.

Piatti molto semplici, soddisfacenti preparazioni che mostrano tutto il loro fascino e con l’aggiunta di un buon bicchiere di vino e del pane croccante, la cena è finita.

I migliori Ristoranti di pesce, invece, con il progredire della stagione, includono altri ingredienti nel piatto, ovviamente a base di proteine provenienti dai prodotti ittici del mare, come ad esempio i filetti di nasello.

Il nasello e gli asparagi esulano propriamente dall’essere necessariamente una combinazione intuitiva, sono praticamente uno studio vero e proprio sugli opposti. Il pesce è mite, pallido, delicato e salino, mentre gli asparagi sono schietti, erbosi, verdastri e terrosi.

Serviti insieme, comunque, si bilanciano a vicenda, facendo emergere il meglio di entrambi. Il pesce morbido e gli steli croccanti, tutti cotti nel burro, sono un ottimo pasto per la settimana, leggero, comodo e molto veloce.

I migliori Chef dei Ristoranti di pesce possono evidenziare come la comodità derivi dalla possibilità di cucinare tutto per gradi, in un’unica grande padella ad incominciare dall’asparago che va rosolato per primo insieme ad un veloce soffritto, mentre i condimenti hanno la possibilità di affondare nel pesce.
Quindi, il pesce ottiene il suo turno burroso, accompagnato da scalogni che caramellano e addolciscono la pietanza, invece, i sottili filetti di nasello, saranno pronti prima che gli asparagi abbiano anche la possibilità di rinfrescarsi.

Da sapere comunque che nel caso sia impossibile avere del nasello, è altrettanto consono utilizzare qualsiasi tipo di filetto di pesce delicato e disponibile, regolando il tempo di cottura in base al suo spessore.
Per i piatti più puri, è consuetudine la guarnizione con qualche spicchio di limone, invece per chi è amante dell’aglio, allora si può fare un passo in più con una semplice spolverata di questa primizia tritata finemente.

Questa ricetta si caratterizza per una miscela di prodotti che agisce più come salsina, che aggiunge ricchezza senza pesantezza.

Riuscire ad ottenere l’aglio verde (spesso la stagione è la stessa degli asparagi), sarebbe ottimale, perché ha un gusto più delicato ( anche se l’aglio regolare è altrettanto buono nel suo gusto deciso), a base di erbe, rispetto alla piccantezza del prodotto classico tuttavia

Infine condire generosamente il pesce con gli asparagi è il modo migliore per godersi questi due sapori opposti che tuttavia convivono felicemente nel piatto.

Poste: aumentano i francobolli e non solo

francobolli forever piazze di ItaliaDal 3 luglio ci sarà l’aumento delle tariffe delle Poste. Il costo per l’invio di una lettera dovrebbe passare da 0,95 a 1,10. Ad occhio poco più del 15%.
Se avessi investito invece che in titoli di stato in fogli francobolli forever in pochi giorni avrei fatto +15%.
Ovviamente aumenteranno anche altri costi: sembra l’invio all’estero, la spedizione delle raccomandate, la spedizione dei pacchi, …

Mi incuriosisce molto il fatto che se compri oggetti in Cina di qualsiasi importo, le spese di spedizione sono quasi sempre gratuite e la parte italiana della consegna la fa Poste Italiane.

Se esistesse una società cinese che stampa, imbusta, mi converrebbe spedire tramite la Cina. Certo ci metterebbe tra i 30 e 60 giorni ma per quel poco che ho sperimentato il servizio con i pacchi è sempre arrivato tutto (garanzia di recezione?).