La dettatura in Office365

Sto provando la qualità del riconoscimento utilizzando la funzione dettatura in Office365.
Ovviamente non ho letto la documentazione ed ho cercato di dettare con naturalezza cercando di essere il più chiaro possibile e di non avere rumori di fondo.
La prima possibile difficoltà è la punteggiatura. In italiano le principali parole della punteggiatura hanno anche un significato in un contesto. Forse esiste una parola chiave che scatena una interpretazione diversa, ad es invece di virgola, punteggiatura virgola.
La seconda possibile difficoltà i numeri. Dettando Office 3 6 5 ha scritto Office 3 sei 5, ha scritto giusto dettando Office trecentosessantacinque.
La terza difficoltà scrivere maiuscolo. Dettando punto introduce . non e sembra non confonderlo con la parola punto perché scrive correttamente a questo punto o frasi del genere. Scrive con la maiuscola città, regioni, nomi. Mi sembra non scriva con la maiuscola Adige e Po e le montagne (Mte bianco e scrive sempre Mte e non monte).
Ovvero il problema principale sembra essere quando ci sono delle possibili scelte che procede con quella che ritiene migliore e quando non capisce che scrive ugualmente.
Sembrano mancare alcune parole ad es ho provato a dettare in tutte le maniere Napoli e scrive N o n.

Non sono riuscito a vantarmi nelle tribolazioni

Sebbene Domenica la lettera ai Romani mi abbia ricordato che
ci vantiamo anche nelle tribolazioni, sapendo che la tribolazione produce pazienza, la pazienza una virtù provata e la virtù provata la speranza

Altra traduzione siamo orgogliosi delle nostre sofferenze, perché sappiamo che la sofferenza produce perseveranza, la perseveranza ci rende forti nella prova, e questa forza ci apre alla speranza.

Sebbene la predica sia stata percepita come tribolazione non sono riuscito a vantarmi.

Digital Life Coaching per imparare a vivere la vita digitale!

La sostanza non cambia mai ma le parole si!
Pensavi che il problema fosse il cyberbullismo?
No! Quello che veramente manca oggi è il Digital Life Coaching, qualcuno che ti possa insegnare come vivere la vita online.

P.S. E se la vita online fosse semplicemente vita allora basterebbe un Life Coaching, qualcuno che insegnasse a vivere.
Millenni di storia, religione, insegnamenti buttati via per poi scoprire che vanno recuperati?
Che basterebbe avere dei valori, dei limiti, una coscienza, …?

Non bevvi limoncello e guido senza problemi

Sabato sera ho raggiunto le mie sorelle, e le rispettive famiglie, a fine cena a Sasso Marconi.

Potevo con loro mangiare un dolce ma optai per il caffè. I ristoratori portarono una bottiglia di limoncello ghiacciato con dei bicchierini. Era invitante ma non bevvi. Rientrando in macchina, subito dopo l’ingresso dell’autostrada vidi subito la pattuglia di polizia. Feci calma ma sapevo, infatti appena ripartii mi fermarono per un controllo. Me lo avevano fatto qualche settimana prima e sapevo che era tutto in ordine. A fine controllo domanda che non mi aspettavo: ha bevuto?

Per la prima volta ho fatto la prova etilometrica.

Non bevvi limoncello e guido senza problemi.

Scheletri e teschi “abbelliscono” chiese

A Monopoli c’è una strana chiesa dove scheletri e teschi abbelliscono la facciata: è la chiesa del Purgatorio.
Mi era capitato di vedere una simile chiesa anche a Matera, poi cercando in internet ho visto che ve ne sono anche in altre città d’Italia.
Me ne segnalate altre? E all’estero?

chiesa del Purgatorio, Monopoli
chiesa del Purgatorio, Matera

I giovani d’oggi sembrano senza regole ma

I giovani d’oggi sono alla ricerca costante di andare oltre i limiti, superare l’asticella e spesso per questo possono sembrare senza regole, immorali.
Ma spesso è come se vivessero una partita di un videogioco e in quell’ottica compiono prove di coraggio (o di stupidità) estreme. Le motivazioni, anche di atti violenti, sono spesso futili: “provare“, “capire cosa si prova“.
Per poi rimanere “stupiti” se qualcosa va storto.
Impennavo, sono caduto e mi sono fatto male … (strano).

Ancora più strana è la sfera di sentimenti e sessualità.
Spesso sono timidissimi e fanno fatica ad interrelazionarsi se non tramite i “filtri” di internet, smartphone e chat, altre volte, soprattutto in gruppo, diventano un branco.
Se si pensa che un simile atteggiamento viene dopo un periodo di “rivoluzione sessuale“, di “amore libero” e che tramite internet, tutto quello che era “illecito“, come la pornografia, anche nelle sue forme più spinte, è considerata sempre più “normale“, dove i pornoattori sono star o sempre più “gente comune” ma soprattutto è reperibile anche quello che non è solamente “film” nel senso di finzione.
In questo difficile contesto i siti di incontri sono sempre più frequenti.
Considerando internet una opportunità per far conoscere, un mercato dove mettere in evidenza, come vi è stata una evoluzione nel turismo, con gli affitti di appartamenti, divani, … in contrapposizione alla tradizionale offerta di alberghi o strutture tradizionali, vi è stata una forte evoluzione in tutti i settori compresi gli incontri.
Gli annunci, inizialmente sporadici, sono sempre più frequenti e variegati.
La ricerca non è più solo dell’incontro ma del superincontro.

Dopo il pipistrello pugliese (BAT) il PUF marchigiano?

Forse, prima o poi si elimineranno le province, o almeno si razionalizzeranno.
Da una città a volte si è passato a due come da Forlì a Forlì-Cesena (FC), da Pesaro a Pesaro-Urbino (PU), da Olbia a Olbia-Tempio (OT) – cancellata con il referendum regionale del 2012.

Poi c’è stato il primo caso di provincia a tre: BAT (pipistrello, pensiamo a BATman) Barletta-Andia-Trani. La targa purtroppo è BT e non BAT. Il nome però è azzeccatto a livello nazionale e internazionale.

Sulla falsa riga, oggi, in una stazione di servizio in autostrada, mi hanno suggerito ridendo PUF (Pesaro-Urbino-Fano).

Ho scoperto da Treccani che puf in alcune forme dialettali vuol dire debito (o altro modo per scroccare denaro).
Però se lo vediamo come forma breve di puffi potrebbe essere una trovata 😉

Tre volte mi hai tradito, tre volte ti ho perdonato

Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». Gli disse per la terza volta: «Simone di Giovanni, mi ami?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?, e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle

I genitori devono partecipare alla vita social dei figli

I genitori devono partecipare alla vita social dei figli sembra la conclusione logica della frase di Federica Pizzoli su Wired

i veri rischi e problemi insorgono quando i genitori non partecipano alla vita social dei figli, ignorando la loro attività online e i luoghi virtuali che frequentano

Questa frase mi trova in completo disaccordo. Penso che si debba dare ai figli una educazione tradizionale, semplicemente spiegando il bene e il male, dando il buon esempio e lasciandoli fiduciosi alle esperienze personali.

In che modo gli Hotel possono migliorare la personalizzazione dei servizi per il cliente

La vera personalizzazione richiede sia scalabilità che velocità, le decisioni da prendere e le esperienze che si danno agli ospiti di un Albergo devono essere guidate dai dati e riprodotte in tempo reale.
I fattori che possono contribuire a migliorare le entrate medie dei visitatori di un Hotel possono essere concentrate nei seguenti aspetti:

  1. Scarsità
    I metodi di scarsità che promuovono l’impulso all’acquisto si sono rivelati i più efficaci. Ad esempio, avvisando i potenziali clienti quando una tipologia ben definita di camera è quasi esaurita.Tuttavia, necessiterà portare attenzione a non esagerare perché si potrebbe erodere la fiducia dell’ospite nel continuare ad effettuare segnalazioni troppo insistenti.
  2. Prova sociale
    Anche se la metà dei consumatori dichiara che le abitudini degli altri acquirenti non li influenzano, la prova sociale è una tattica di marketing molto utile. Le recensioni online degli Hotel sono un ottimo esempio di prova sociale nel nostro settore. Ai tuoi ospiti potrebbe non piacere ammettere che si ispirino al comportamento dei loro coetanei, ma le cifre mostrano chiaramente che lo fanno.
  3. Urgenza
    Un concetto molto simile alla scarsità, infatti l’urgenza contribuisce a creare un impulso all’acquisto. Questo può accadere quando si offrono sconti e offerte in un lasso temporale limitato. per essere maggiormente concreti, si potrebbe utilizzare la prenotazione online può visualizzare questi messaggi di urgenza e contribuire ad accelerare il processo di acquisizione diretta di nuova clientela.

La mole dei dati che deriva dalle prenotazioni on line è il modo migliore per incominciare, perché tramite strumenti di reportistica completi e costantemente aggiornati è possibile effettuare delle analisi attendibili. Con le informazioni che si ottengono da queste risorse inestimabili si può creare uno strumento più prezioso che rimane a completa disposizione dei gestori degli Alberghi, ovvero il profilo dell’ospite.
Un profilo dell’ospite consentirà di scoprire tutto ciò che si necessita sapere e come migliorare alcuni aspetti, per esempio quelli che si riportano a seguire:

Durata media del soggiorno

Entrare a conoscenza del periodo medio di soggiorno per singolo utente, è fondamentale per poter cercare di estenderlo, offrendo incentivi ai clienti più fedeli, ad esempio inviando e-mail o messaggi su WhatsApp dando loro la possibilità di prenotare notti in più ad un prezzo inferiore o con extra gratuiti.

Importo medio di spesa

Convincere gli ospiti a spendere un po’ di più, dando la possibilità di accedere ad offerte convenienti, ovviamente può aumentare il valore medio per singolo cliente. Si potrebbe dare la possibilità al’utenza di accedere a delle offerte mirate, al momento dell’acquisto, tramite il motore di prenotazione online, oppure inviando un’email prima dell’arrivo dell’ospite.

Camere in esaurimento

Comunicare dei messaggi di urgenza visibili durante le prenotazione on line per far sapere agli ospiti quando l’occupazione per alcune camere si sta esaurendo, è una tattica usata da molti Hotel e nel sito web delle strutture ricettive si dovrebbe avere questa funzionalità a disposizione dell’utenza.

Pacchetti extra da acquistare più spesso

Usare le informazioni degli ospiti per dare loro la migliore esperienza possibile quando sono alloggiati presso l’Albergo, significa scoprire cosa preferiscono fare o quali cose desiderano avere nella loro stanza ed accontentarli prima del loro arrivo.

Servizi preferiti

Si potrebbe offrire un pacchetto benessere ad alcuni ospiti o un ristorante ad altri, necessita solamente capire le abitidini e le preferenze personali ed il momento del check-in può essere un momento proprizio per prendere del tempo per porre loro alcune domande generali ed acquisire informazioni preziose per servirli al meglio.

Abitudini alimentari

Creare la possibilità di allestire la stanza con bevande e snack specifici che l’ospite ama è un servizio molto apprezzato dai viaggiatori. Ancora una volta, si può utilizzare la sezione dedicata alla prenotazione on line per offrire agli ospiti una vasta gamma di opzioni quando prenotano tramite il sito web dell’Hotel.

Attività di interesse

Stringere accordi e partnership con le imprese locali pertinenti per rendere più facile agli ospiti di organizzare e prenotare le attività di interesse. Organizzare dei pacchetti da offriree agli ospiti significa elevare ad un alto livello di praticità e funzionalità.

Con questi dati presenti “nell’arsenale” dell’Hotel si puoi costruire più facilmente una relazione con l’ospite e instillare un senso di familiarità tra quest’ultimo ed il personale della struttura ricettiva addetto alle attività di relazione.

In sintesi, più il livello di conoscenza dei propri ospiti scende in profondità, maggiore sarà la possibilità che rimanga fedele, perché si rende conto che la gestione è in grado di far vivere un’esperienza adatta alle singole esigenze quando alloggiano in Hotel.

Essere in grado di offrire un’esperienza personalizzata per gli ospiti, significa aumentare la loro il senso di soddisfazione che di conseguenza si tramuterà in successive ulteriori prenotazioni, considerato l’alto livello di appagamento che si sarà generato…E questa è una grande cosa…

I consumatori amano la personalizzazione che gioca un ruolo fondamentale nelle decisioni di acquisto!