Vado a farmi i denti all’estero! E dall’estero vengono in Italia

Purtroppo assistiamo al fenomeno di molti italiani che vanno a “farsi i denti all’estero” e spesso aprono nuovi “franchising” dentistici come funghi in tutte le nostre città. Ovviamente l’obiettivo di tutti è quello di cercare di abbassare le spese dentistiche, è sicuramente una necessità ma spesso minor costi vuol dire anche minor qualità e purtroppo con i denti si sa solo nel medio-lungo periodo se si è “caduti dalla padella alla brace” o si è realmente risolto il problema.
Certo se tutti vanno all’estero si va anche con maggior tranquillità: vanno lì, spendono meno, vado anch’io.
Ma per casi particolari, come per gli interventi di Chirurgia Orale e Maxillo-facciale, impianti zigomatici e implantologia osteointegrata, anche nei casi più complessi, se anche dall’estero si rivolgono ad uno specialista, e quindi alla sua equipe d’eccellenza, il dott. Antonio Mingione, io non avrei dubbi.
Come si diceva una volta “chi più spende meno spende”, nel senso, chi è disposto a spendere qualcosina in più per la qualità dopo risparmierà senza avere inaspettate brutte sorprese.

Date pad ai vostri bambini? lo fate per il loro bene?

Mi ricordo l’impatto come genitore quando entrando nei locali, soprattutto pizzerie, vedevo genitori da una parte che chiaccheravano e bambini dall’altra con pad che giochicchiavano e guardano video e film (oggi lo scenario è ulteriormente cambiato, i genitori non chiaccherano e guardano i rispettivi smartphone).
Per me era evidente: il dare pad ai bambini non era per il loro bene ma per l’egoismo dei genitori, non era per dare maggiori possibilità ai propri figli ma per creare momenti di tranquillità per i genitori.
Come padre tecnologico ho vietato (e sto vietando) pad e smartphone alle mie figli fino alle superiori. Comunque in una camera vi sono computer sempre connessi ad internet che possono utilizzare per motivi scolastici e raramente per divertimento.

Per anni le mie figlie erano viste come retrograde ed io e mia moglie come genitori che non capivano le opportunità che facevamo perdere ai nostri figli.

Oggi non si fa altro che parlare di cyberbullismo e di problemi legati all’abuso dell’utilizzo di connessione.

Inoltre ricerche iniziano ad affermare frasi per me da sempre scontate come “Bambini, troppo ipad può causare ritardo del linguaggio”

Insegnamo a programmare per sfruttare la tecnologia!

CodeScuola.it

Imparare dai troll

Metti insieme più persone e  subito sorgono i problemi.
Mi ricordo agli albori di internet nei forum e via mail i flame come allora si chiamavano queste discussione infinite con i diversi schieramenti dove tutti volevano avere ragione ma come sempre accade nessuno poteva averla.
Oggi il fenomeno dei troll è forse più sottile. Certo è inutile provare a ragionare. E’ inutile anche rispondere per le righe. E’ però importante imparare a tenere testa ad un troll. Con lo stesso distacco, irridere, sbeffeggiare, far vedere che ci si ride sopra senza mai trascendere.
E’ un esercizio borderline importantissimo, che può risultare importantissimo anche per capire le riunioni aziendali, quelle che noi chiamavano i teatrini, gli schieramenti, su chi puoi contare e su chi non puoi contare, come reagisci alle offese, …

Indagini e numeri trasformano la sfera privata (esperienza sessuale) in pubblica e asettica

Riporto da un comunicato stampa Durex La classifica degli strumenti preferiti per migliorare la propria esperienza sessuale
1. Posizioni nuove 66.2%
2. Location diverse dalla tradizionale camera da letto 50.6%
3. Gel e lubricanti 49.1%
4. Sex toys 47.0%
5. Massaggi 40.6%
6. Abbigliamento / lingerie particolare 32.2%
7. Oggetti 25.6%
8. Giochi di ruolo 22.5%
9. Video erotici 19.1%
10. Cibi afrodisiaci 15.6%

Fonte: Durex Survey – 3GEM Research & Insights 2016

P.S. Sono perplesso da come indagini e numeri riescano a trasformare la sfera privata in qualcosa di asettico e pubblico

La musica di Cris Wang: Quanto vuoi? venti euro

Quanto vuoi? Quanto vuoi? venti euro è il ritornello del tormentone di Cris Wang e l’unica frase comprensibile se non si conosce il cinese.
Questo ragazzo torinese è sicuramente da seguire (racconto il sogno di diventare ricco, parlo di vestiti firmati e della bella vita)

parla bene, pensa bene, agisci bene: Zarathuštra

Lo Zoroastrismo (definito anche Zoroastrianesimo o Mazdeismo) è una religione e filosofia basata sugli insegnamenti del profeta Zarathuštra (o Zoroastro) ed è stata in passato la religione più diffusa dell’Asia. Fu fondata prima del VI secolo a.C. nell’antica Persia (attuale Iran). Wikipedia

parla bene, pensa bene, agisci bene è il principale motto e riassume la filosofia zoroastriana.