Il cloud Google (G Suite) l’hai già provato?

Che cos’è G Suite?

G Suite è una suite di produttività basata sulla cloud che aiuta i team a comunicare, collaborare e aumentare la produttività ovunque si trovino e da qualsiasi dispositivo. È facile da configurare, utilizzare e gestire, così la tua azienda può concentrarsi sulle questioni davvero importanti.

Milioni di organizzazioni in tutto il mondo si affidano a G Suite per la posta elettronica professionale, l’archiviazione di file, le videoconferenze, i calendari online, la modifica di documenti e altro ancora.

Guarda un video oppure scopri ulteriori informazioni qui.

Ecco alcune caratteristiche importanti:

Email aziendale per il tuo dominio

Trasmettere un’immagine professionale è importante e significa comunicare utilizzando l’indirizzo tu@tuaazienda.com. Le funzioni semplici e efficaci di Gmail ti aiutano a creare il tuo brand e nel contempo a essere più produttivo.

Accesso ovunque e da qualsiasi dispositivo

Controlla l’email, condividi file, modifica documenti, organizza videoconferenze e altro ancora ovunque ti trovi, in ufficio, a casa o in viaggio. Puoi riprendere l’attività da dove l’avevi lasciata da computer, tablet o telefono.

Strumenti di gestione di livello aziendale

Le robuste impostazioni di amministrazione ti offrono il controllo totale su utenti, dispositivi, sicurezza e altro ancora. I tuoi dati rimangono sempre di tua proprietà e restano con te se cambi soluzione aziendale.

Inizia la prova gratuita

Un Milione: sei un fotografo importante in Google Maps

Google Maps mi ha consegnato, come al signor Bonaventura, non solo un milione ma mi ha anche scritto che sono un fotografo importante (in Google Maps).

Hai appena tagliato un traguardo che solo in pochissimi sono riusciti a raggiungere: hai ottenuto un 1.000.000 di visualizzazioni delle tue foto. Complimenti per questo risultato straordinario.

Dom Pérignon (Pierre Pérignon): come trasformare un frate in un veicolo pubblicitario

it.Wikipedia in merito a Pierre Pérignon dice
è stato un monaco cristiano francese, appartenente all’ordine benedettino, spesso indicato, forse erroneamente, come l’inventore dello Champagne. Una varietà di questa bevanda, il famoso Dom Pérignon, porta il suo nome.
fr.Wikipedia ha una descrizione diversa
Pierre Pérignon, dit dom Pérignon, né à Sainte-Menehould en décembre 1638 ou janvier 1639 et mort dans l’abbaye Saint-Pierre d’Hautvillers le 24 septembre 1715, est un moine bénédictin qui, selon la légende, a importé de Limoux la méthode de la prise de mousse du vin dite méthode champenoise.
Ovvero chiamato dom Pérignon, e secondo la leggenda importò il metodo champenoise.
en.Wikipedia
Dom Pierre Pérignon was a French Benedictine monk who made important contributions to the production and quality of champagne wine in an era when the region’s wines were predominantly still red. Popular myths frequently, but erroneously, credit him with the invention of sparkling champagne, which didn’t become the dominant style of Champagne until the mid-19th century.

Le parole non possono esprime quello che la statua rende immediatamente (ricordate che Dom Pérignon è un prodotto Moët & Chandon del gruppo LVMH)

Champagne e Crémant in Francia, Cava in Spagna, Sekt in Germania e in Italia?

Champagne e Crémant in Francia, Cava in Spagna, Sekt in Germania e in Italia?
Prosecco, Asti, Lambrusco, Franciacorta, Trento DOC, Brachetto solo per parlare della tradizione ed ora Pignoletto, Fiori d’Arancio, …
Wikipedia francese li cita tutti anche quelli che non avevo mai sentito nella categoria vin_mousseux
https://fr.wikipedia.org/wiki/Cat%C3%A9gorie:Vin_mousseux
L’impressione è che sorridano e pensino più ne avete, più disperdete le vostre forze.

I loro li hanno raccolti in due categorie Crémant‎ e Vin de Champagne.

气泡酒 (sparkling wine): wikipedia cinese vs baike.baidu.com

Wikipedia in Cina è visibile ma la principale enciclopedia internet è baike.baidu.com.
E’ interessante confrontare le due pagine cinesi relative a spumante. Queste alcune particolarità ben visibili:
in entrambe Champagne la fa da padrona.
In Wikipedia non casuali la presenza di immagini della statua Dom Perignon (Moët & Chandon) e la bottiglia Moët & Chandon (come nella relativa pagina in inglese) del gruppo LVMH.
A seguire una bottiglia ZIEGLER Cremant d’Alsace, quindi una bottiglia di Moscato Mionetto (io conosco Mionetto per il Prosecco ma ora che è Henkell …) però descritto in inglese (A lightly sparkling wine Mionetto Il Moscato from Italy).

Per quanto invece riguarda la pagina Baidu anche se si da spazio alla Champagne l’unica fotografia di bottiglia con marca è di un Asti.

P.S. Nella pagina cinese di wikipedia da notare questa sviolinata Franciacorta
弗兰恰科尔塔产区,位于布雷西亚市的西北部,是意大利最大的气泡酒产区。主要使用霞多丽及白品乐;不超过15%的黑品乐也可用于弗兰恰科尔塔DOC的调配中。年份及非年份酒需在二次发酵后分别陈年30和18个月。而弗兰恰科尔塔萨滕(Franciacorta Satèn)是白中白气泡酒,酿造时瓶内压只达4.5帕,展现轻柔的特点。

P.S. Più ricca risulta la pagina Baidu relativa 起泡酒 con una sezione infinita dedicata la Prosecco FIOL

Metodo Charmat? Ma chiamiamolo Metodo Italiano o al limite Metodo Martinotti!

Ho sempre sentito parlare di Metodo Charmat o Metodo Champenoise, poi approfondisco e scopro che il metodo champenoise è anche metodo classico ma soprattutto che il metodo Charmat bisognerebbe chiamarlo Metodo Martinotti perché come scritto in Wikipedia:
Fu Federico Martinotti (di Villanova Monferrato), Direttore dell’Istituto Sperimentale per l’Enologia di Asti, a inventare e brevettare nel 1895 il metodo di rifermentazione controllata in grandi recipienti, poi adottato intorno al 1910 dal francese Eugène Charmat, che costruì e brevettò tale attrezzatura. Il metodo prevede una seconda fermentazione del vino in grandi contenitori pressurizzati, chiamati autoclavi.
Fu un enorme successo commerciale, con prezzi decisamente minori e massiccia preferenza “popolare”.

Visto che il metodo ottiene colori più tenui, paglierino con vena verdolina, sapori più freschi e meno strutturati, profumi meno intensi, le uve più apprezzate sono il Moscato, la Glera, la Malvasia e, non per ultimo, il Brachetto. I due spumanti italiani più diffusi e famosi nel mondo sono realizzati, storicamente e pressoché unicamente, con il metodo Martinotti: essi sono l’Asti e il Prosecco; senza dimenticare che quasi tutti i Lambrusco, sia frizzanti che spumanti, sono prodotti in autoclave.

Il metodo Martinotti è anche chiamato, oltre che Charmat, anche metodo della rifermentazione in autoclave e spesso, nelle trattazioni straniere, viene citato come metodo italiano (questo è dovuto, non solo alla genesi, ma soprattutto alla grandissima diffusione di Prosecco, Asti, e Lambrusco nel mondo).

Franciacorta, Trento doc, Prosecco, Asti spumante, … come fare forza comune?

Come riuscire a mettere assieme con un unico termine vini di eccellenza italiani come Franciacorta, Trento doc, Prosecco, Asti Spumante, … per fare forza comune?
Ovviamente deve essere un termine italiano.
Pensate alla ricchezza dei termini francesi in merito per descrivere questi vini, il loro utilizzo mondiale e come suonano: vin mousseux, brut, demi sec, perlage, crémant, champagne, …
Cosa riusciamo a contrapporre dal punto di vista dei nomi, non della qualità dei vini?
spumante o vino spumante, vino mosso, vino frizzante, bollicine, bollicine millesimate, …
Suona quasi meglio il termine inglese sparkling wine. Forse suona meglio anche il termine cinese 气泡酒

p.s. non dimentichiamoci dove si beve: nei flûte!
Una volta si bevevano nella coppa.

Champagne e Prosecco: brand di “bollicine” a confronto

Champagne è un brand costruito in secoli: nel 1670 dall’abate benedettino Dom Pierre Pérignon.
Prosecco è un brand costruito in decenni. Mi ricordo quando 30-40 anni fa mio zio trevigiano fece tagliare i suoi vigneti storici (raboso) per piantare prosecco. Da limitato a Valdobbiadene si è espando a Conegliano, poi alla pianura ed oggi è prodotto in Veneto e Friuli-Venezia-Giulia. Fosse per me lo estenderei a tutta Italia se vi fosse la richiesta necessaria.
Il prosecco è il vino italiano più esportato all’estero. Nel 2014 ha superato per la prima volta lo Champagne per numero di bottiglie vendute nel mondo.
Prosecco e Spritz sono legati a filo doppio e per questa ragione sono tra i pochi vini bevuti dai giovani ed il suo futuro non può che essere roseo: è destinato a scorrere a fiumi.
L’economicità del Prosecco è un altro suo pregio.
bollicineSe parliamo di bollicine i 5 leader a secondo delle fasce di prezzo sono: nei vini Champagne (le bollicine in questo caso si chiamano perlage) e Prosecco, nelle bibite Coca-Cola e Pepsicola, nelle acque frizzanti Perrier e Sanpellegrino (Nestlé).

P.S. a Modena a giorni inizierà Champagne experience. Con il costo del biglietto di ingresso giornaliero si può comprare una cassa delle altre bollicine.
Goût de Diamants, la bottiglia di Champagne da 1.8 Milioni di dollari. Non sono poche le bottiglie normali superino il migliaio di euro.

l’educatore è come un sismografo

Questo è il terzo audio della serie podcast solo per te.
Ascoltalo (di seguito troverai anche il testo), se vorrai inviaci le tue impressioni, se ti interessa il progetto attendiamo i tuoi contributi (info @ pivari.com).

Ho partecipato, in una sala gremita, ad una conferenza in cui don Luigi Ciotti ha ricordato don Lorenzo Milani.
Un flusso inarrestabile di parole, considerazioni e riflessioni.
Non dimenticherò la metafora: l’educatore è come un sismografo.
Sensibile ad ogni minimo cambiamento della società che lo circonda. Se insegna ai giovani, prima degli altri, si accorgerà delle nuove problematiche, delle tendenze negative: droghe, alcool, anoressia e bulimia, dipendenza da consumismo sfrenato, dipendenze da internet (hikikomori), …
Se insegna ai meno giovani, prima degli altri, si accorgerà delle stesse problematiche con l’aggiunta di quelle derivanti dalla instabilità economica e della instabilità lavorativa.
La scuola degli ultimi di don Milani molto ha fatto e molto può fare.