Il “mestiere più vecchio del mondo” va in pensione e l’etica e la perversione?

Consiglio di leggere le seguenti considerazioni su concetti futuri di etica a lettori adulti anche perché sono tematiche borderline e non siamo ancora pronti (almeno io non lo sono) ad affrontarle.

Una volta si indicava con il “mestiere più vecchio del mondo” la prostituzione. Se è indubbio che sfruttare un essere umano per le proprie esigenze sessuali per soldi non è etico lo sarà sostituendo un essere umano con un robot?

E la pornografia, avrà un senso chiamarla ancora così se effettuata con una doll robotizzata (una bambola) o tra due dolls?
Un postribolo con dolls è ancora un postribolo? (lumidolls.com)
E la pedofilia?
Farà differenza farlo con una bambola maggiorenne o minorenne?

Il “mestiere più vecchio del mondo” va in pensione e l’etica e la perversione?

La Svezia precorre i tempi: società della solitudine – La teoria svedese dell’amore Erik Gandini

La Svezia era il paradiso del welfare, la meta di ogni sogno di liberazione. Che cosa è successo alla Svezia?
Nel suo ultimo documentario La teoria svedese dell’amore Erik Gandini racconta una nazione in cui le persone vivono isolate, sempre più donne single scelgono la fecondazione artificiale e molti anziani muoiono da soli, dimenticati da tutti. E con 80 euro vi spediscono anche il kit per la fecondazione artificiale a domicilio.

Il manifesto La famiglia del futuro: «Nell’inverno del ’72, un gruppo di politici ebbe una visione rivoluzionaria del futuro. Era giunto il momento di liberare le donne dagli uomini, gli anziani dai figli, gli adolescenti dai genitori».

vita.it

Se non è si è no! Se non acconsento, nego (il consenso)

Se non è si è no! Se non acconsento, nego (il consenso).
Si tratta di una banalità ma senza arrivare allo stupro basterebbe l’accettare questa banalità per evitare violenze.
E se banale è l’affermazione forse ancora più banali sono i video dove il tutto si riduce ad una specie di rito meccanico dove è stato completamente escluso l’incomodo AMORE.
E’ vero però che se potesse servire ad evitare violenze anche la banalità potrebbe avere un senso (vero?).
E’ vero però che si potrebbero usare meccanicamente i video in questione ad es. con tattiche di marketing.
Ovvero se mando a 100 il video dicendo facciamo quanto nel video indicato vuoi che 1 su 100 o 1 su 1000 …

Mostrerò il primo poi ci sono anche quelli con falli, sederi e pube in youtube Project Consent

Venice Free Hugs (Abbracci Gratis a Venezia)

Free Hugs - Abbracci Gratis - Venezia
Dopo tanti video visti su Youtube è la prima volta che trovo dal vivo due ragazzi Free Hugs (Abbracci Gratis)!
Splendida iniziativa!

How it all started (freehugscampaign.org):
I’d been living in London when my world turned upside down and I’d had to come home. By the time my plane landed back in Sydney, all I had left was a carry on bag full of clothes and a world of troubles. No one to welcome me back, no place to call home. I was a tourist in my hometown.

Standing there in the arrivals terminal, watching other passengers meeting their waiting friends and family, with open arms and smiling faces, hugging and laughing together, I wanted someone out there to be waiting for me. To be happy to see me. To smile at me. To hug me.

So I got some cardboard and a marker and made a sign. I found the busiest pedestrian intersection in the city and held that sign aloft, with the words “Free Hugs” on both sides.

And for 15 minutes, people just stared right through me. The first person who stopped, tapped me on the shoulder and told me how her dog had just died that morning. How that morning had been the one year anniversary of her only daughter dying in a car accident. How what she needed now, when she felt most alone in the world, was a hug. I got down on one knee, we put our arms around each other and when we parted, she was smiling.

Everyone has problems and for sure mine haven’t compared. But to see someone who was once frowning, smile even for a moment, is worth it every time.

Blogger e San Valentino

Questa mattina ho letto del simpatico doodle di Google per San Valentino.
Nel mio sito blogger arte.tuarovigo.org ho notato uno strano effetto che ho associato ad una funzionalità di Blogger per San Valentino ma non ho trovato riscontro in altre segnalazione.
Quando apro un post, un’esplosione di cuori

Blogger e San Valentino:  apertura di un post con esplosione di cuori
Blogger e San Valentino: apertura di un post con esplosione di cuori

Quando chiudo un post, il cuore si spezza
Blogger e San Valentino:  chiudendo un post il cuore si spezza
Blogger e San Valentino: chiudendo un post il cuore si spezza

Avete analoghi riscontri?

Dov’è sepolto San Valentino?

Dov’è sepolto San Valentino?
In Wikipedia si parla di Terni e Roma senza sicurezza che si tratti dello stesso santo.
Anche Monselice ha la sua sepoltura di san Valentino nella chiesa di San Giorgio (vicino a villa Duodo)
chiesetta - Monselice
nel 1650 Francesco Duodo aveva ottenuto da papa Innocenzo X «quattro Corpi di Santi Martiri, e molte insigni Reliquie» (da San Valentino a Monselice)

Il presunto corpo di san Valentino nella chiesa di San Giorgio a Monselice

Amore nella tomba Brion: due cerchi intrecciati

Non è facile trovare simboli potenti di amore. E’ incredibile trovarli in una tomba.
Non una tomba qualunque, la tomba Brion di Carlo Scarpa.
i due anelli intrecciati - tomba Brion - Carlo Scarpa by Fabrizio Pivari (pivari)) on 500px.com
i due anelli intrecciati – tomba Brion – Carlo Scarpa by Fabrizio Pivari
Due cerchi (anelli) intrecciati (intersecanti). Due realtà distinte ma saldamente unite. Un’area comune.
Tornerò sicuramente alla tomba Brion, questa volta con tutta la famiglia ed in una giornata primaverile.