Saltare da un treno all’altro #trainsurfing #rooftoroof video

Sta girando un video di ragazzi russi che saltano da un treno all’altro e viaggiano sul treno ed aggrappati in coda.
Se penso che sono stati fatti film storici sulla lotta tra scrocconi di viaggi in treno e capotreni cattivi che evitavano con la violenza di viaggiare anche sotto i treni non si tratta di niente di nuovo.

Non me la sento però di farlo vedere ma è inutile nascondersi dietro un dito, il termine utilizzato è trainsurfing e nel dettaglio roof to roof

L’italiano una lingua mondiale

Spesso mi son chiesto: ma esiste qualcuno al mondo interessato ad imparare come seconda (o terza o …) l’italiano?
Sicuramente le ex colonie sono veramente poche, poco significative e poco interessate ad avere contatti significativi. Anni fa al di là dell’Adriatico imparavano l’italiano per capire la nostra televisione con il miraggio di riuscire a venire da noi.
Altre motivazioni?
E’ la lingua mondiale della lirica. A noi sembra impossibile ma all’estero la lirica viene sentita anche da giovani, oltre che studiata.
E’ la lingua di Dante, sicuramente il nostro più conosciuto scrittore. Sicuramente lo è anche Collodi ma Pinocchio traducendolo non perde molto.
E’ la lingua di chi si innamora dell’Italia e dell’arte, sempre meno.
E’ la lingua della cucina, del vino, della dieta mediterranea, della moda, del made in Italy.

Vi è un nuovo forte impulso ed è arrivato da un’argentino: è la lingua della chiesa.

Forse vi sembreranno comunità piccole ma sono fortemente motivate e lavorandoci con passione …

Gli osservatori astronomici sono anacronistici?

Osservare il cielo è sempre più difficile dentro l’atmosfera.
Strumenti come Google Earth permettono di navigare e zoomare le zone di interesse della volta celeste a livelli irraggiungibili per qualsiasi telescopio non di primaria importanza e stando davanti al proprio computer.
Gli osservatori astronomici tradizionali sono anacronistici.

Venticinque anni fa spesso andavo al planetario di Milano ad ascoltare conferenze su quasar, buchi neri, …
Si guardava il cielo proiettato con il professore di turno che ti trasportava di qua e di là nella volta celeste.
Se la volta celeste fosse vera, musica di sottofondo di un trio jazzistico, in mano un bicchiere di bollicine e magari oltre a guardare il cielo lo sguardo potesse spaziare anche su colline vicine quanto meglio sarebbe?

Questa sera ore 21:30 CALICI DI STELLE: Osservazione astronomica con brindisi sotto le stelle.
Spero che aggiungano il trio jazzistico il prossimo anno ;)

www.osservatoriodelchianti.it

P.S. L’osservatorio astronomico del Chianti non è tradizionale ;)