Un’azienda che sito deve avere o non è necessario?

Non è una domanda semplice e proverò a far capire le possibili risposte.

Un sito è sicuramente un bel punto fermo per un’azienda.
E’ sufficiente un sito biglietto da visita, un sito brochure?
Bisogna almeno avere un sito con news (comunicati stampa)?
E’ necessario un sito di e-commerce?

Deve essere bello (alla moda) e/o usabile e/o accessibile?
Deve essere ottimizzato per i motori (seo)?

Quasi tutti stanno utilizzando wordpress (anch’io). Grande versatilità grazie a Temi e Plugin ma abbiamo sempre bisogno di siti dotati di un database e spesso non semplici da gestire?
Molti stanno valutando di ritornare a siti che, pur utilizzando modalità moderne di gestione e velocità, siano senza database, utilizzino file come ad esempio grav.

Inoltre, visto che devo avere anche i social network
posso fare anche solo siti diversi o devo anche fare siti diversi?

Con siti diversi mi riferisco a page facebook ma anche ad un sito business.site (se volete introdurre e rendere molto visibile la vostra attività in google maps, poi vi viene fuori automaticamente un sito. Non volete sfruttarlo?).

Un sito tradizionale ha il suo punto di forza (possibilità di nuovi clienti) nelle ricerche nei motori.
Una page facebook ha il suo punto di forza nella comunità costruita (like) e nel motore di ricerca facebook.
Un sito business.site nelle ricerche google maps.

Sempre più non bisogna vedere internet come una molteplicità di persone ma come una molteplicità di insiemi che si possono intersecare. Di conseguenza avere diverse modalità aumenta il bacino di utenza.
Quindi il dilemma sarà:
fare su più fronti, su alcuni, su pochi, in uno
con quanto dispendio di energie (e qualità) in ognuno?