Turismo 2.0: Quali Le Meraviglie Imperdibili?

Una volta di diceva chi dorme non piglia pesci ed il mondo sapeva che il maggior patrimonio artistico mondiale è concentrato in Italia (anche se poi i turisti sono sempre andati da altre parti).
Ma ora c’è il Turismo 2.0 ed eccovi la lista delle Meraviglie Imperdibili nella visione Google – UNESCO – GettyImages: World Wonders Project. www.google.com/culturalinstitute/worldwonders/

Le meraviglie del mondo sono al momento 132 di cui 20 in Italia (solo il 15% !).
Aprendolo ci si posiziona sulla reggia di Versailles (sarà un caso?).
Approfondendo si scopre che in Italia non c’è Venezia e di Roma ci sono solo siti che l’Italiano medio probabilmente non ha mai sentito ma che ora il resto del mondo conoscerà benissimo!

Esplorando meglio il progetto si nota che: la Cina e l’India sono senza meraviglie! Ma il Giappone solo a Kyoto ne ha 10!
Le meraviglie USA sono almeno 10 con capolavori come la Route 66, la Contea di Lancaster, il Conservatorio del fiori del Golden Gate Park !

Nella speranza che venga presto incrementato cercando di compensare le lacune esistenti.

Google Blogs e Google Photos

Sembra che Google sia intenzionata ad eliminare i famosissimi brand Blogger e Picasa (entrambi acquisiti) per sostituirli con Google Blogs e Google Photos.
Riguarderà solo i brand o vorrà sostituire anche i relativi domini?
Ovvero verranno cambiati anche blogspot.com e picasaweb.com?

Creare QR-Code con Google dei vostri link

Creare QR-Code con Google non è semplicissimo ma seguitemi nel ragionamento e scoprirete come farlo.
Sapete che Google ha realizzato http://goo.gl/ per ridurre gli url?
Ad es. il link di questa pagina è http://goo.gl/Vvn3.
Non potrete crearlo direttamente sul sito ma dovrete usare un’applicazione Google, ad es. Google Toolbar usando il nuovo tasto share con twitter 😉
Ora sarà sufficiente apporre al link ridotto Google .qr ovvero
http://goo.gl/Vvn3.qr

Se poi osservate bene vedrete che l’applicazione utilizzata è
http://chart.apis.google.com/chart?cht=qr&chs=150×150&choe=UTF-8&chld=H&chl=http%3A%2F%2Fgoo.gl%2FVvn3
ovvero si richiama l’applicazione
http://chart.apis.google.com/chart?
passando i parametri cht=qr, chs=150×150, choe=UTF-8, chld=H, chl=http%3A%2F%2Fgoo.gl%2FVvn3
Ora immaginate di aver bisogno di un QR-Code più grosso ad es. 300×300 voi cosa fareste?
😉

Qui le istruzioni dettagliate su come creare QR-Code con Google Chart Tools.

Google: malware in Blogger: ed il bollino rosso SafeGuard?

Se Google vi dovesse comunicare che c’è un malware in Blogger secondo voi vi metterà (si metterà) il bollino rosso SafeGuard?
Ma questo non succederà mai! Google per quanto si affidi a programmi ha i migliori programmatori del mondo!

Oggi ricevo un’email dal titolo inquitante (visto che le avevo già ricevute per Comunicati-Stampa.com e visto che maleva.it è una srl di cui sono socio)
Malware notification regarding maleva.it
CAVOLO!!!!!!!
Ricomincia il calvario con un nuovo dominio!!!!

Questo il primo pensiero.

Poi la leggo:
Dear site owner or webmaster of maleva.it,

We recently discovered that some of your pages can cause users to be
infected with malicious software. We have begun showing a warning page to
users who visit these pages by clicking a search result on Google.com.

Below is an example URL on your site which can cause users to be infected
(space inserted to prevent accidental clicking in case your mail client
auto-links URLs):

http://www.maleva .it/comunicati-stampa/2007/10/dieta-5-sensi-quando-la-dieta-e-meglio.html […]

Sinceramente visto il link mi sono bloccato e messo a ridere.
Perché?
Guardate un attimo come è fatto http://www.maleva .it/comunicati-stampa/: è un blog gestito in Blogger di cui poi viene fatto l’ftp delle pagine!

Eccovi una sequenza di domande:

  • Secondo voi Google ha poi messo il bollino rosso SafeGuard al blog su Blogger?
  • E se poi la pagina indicata fosse indicata contenga effettivamente un malware?
  • Se la pagina indicata contiene un malware lo contiene nella parte Blogger o nella parte maleva.it

Dopo tutti i disagi avuti con Comunicati-Stampa.com (e ancora non finiti) grazie a SafeGuard forse ho ancora il dente avvelenato con Google ma devo dire che in questa ultima email Google non ci fa un gran figura per due ragioni:

  1. Se il malware esiste SafeGuard dovrebbe bollare immediatamente Blogger ma non solo il mio sito: TUTTO!!!!!!!
  2. Se il malware non esiste come con Comunicati-Stampa.com si dovrebbe prima bollare Blogger e poi chiedersi di dimostrarsi che il malware non esisteva

E se il malware esiste veramente ed è solo nella pagina che dopo l’ftp risiede in maleva.it?
Complimenti all’hacker così sagace che è riuscito ad inserirlo proprio e solo lì.

Web 3D

Web 3D: ci hanno provato in tanti da moltissimi anni!
Tutti i progetti hanno sempre riscosso un buon successo ma non si sono mai affermati come standard riconosciuti web.
Pensiamo ai recenti Second Life, Google Earth, …
Il vero problema: non è sufficiente il browser e richiedono l’installazione di un nuovo software!
Pensiamo ai vari cad ed all’immensa quantità di materiale già disponibile.
Il problema: non esiste uno standard de facto!
Pensiamo al successo del PDF o di Flash, pensiamo a qualcosa di simile e chiamiamolo WEB 3D.

Google ci sta provando: i pezzi li ha tutti: Google Earth, SketchUp.
Ora sta lanciando O3D: un open source web API per applicazioni 3D interattive nel browser con la sola installazione di plugin già disponibili al seguente url
http://code.google.com/intl/it/apis/o3d/

Provate a guardare il video!!!!!!!!!

Come Google cavalca i video

Sicuramente i video sono il fenomeno internet del momento.
Google, dopo aver comprato YouTube, ha il monopolio internet dei video.
Google aggiungerà AdSense (e quindi AdWorks) nei video.
Ma Google è anche in grado di dimostrare alle aziende come trasformare un video in uno strumento incredibile di comunicazione, pubblicità e formazione!
Ha realizzato splendidi video su numerosi propri prodotti/strumenti. Guardatevi ad es. Getting Starting su Google Maps.

[youtube]2o9OBeq5gnA[/youtube]

Non contento di aver realizzato video eccezzionali li ha raggruppatti in un minisito tematico di video su Google Maps.
http://www.google.com/intl/en_us/help/maps/tour/

C’è sempre da imparare dai grandi!