L’origine degli Impianti Elettrici

Alla fine del 1870 i dispositivi utili all’illuminazione incominciarono ad essere diffusi a scopo commerciale e furono propriamente le lampade ad arco le prime ad essere utilizzate per fare luce nelle strade e fu proprio da questi anni che incominciò l’evoluzione degli impianti elettrici, ovviamente dapprima molto rudimentali, se paragonati alle tecnologie diffuse ai giorni nostri, tuttavia con il passare degli anni si fecero piccole e grandi scoperte e modifiche che in un secolo, cambiarono la vita delle persone rendendola più agevole e comoda.

1882 – Thomas Edison Progetta ed Installa il primo Impianto Elettrico Completo

Il primo Impianto Elettrico fu Installato nell’anno 1882 a New Jork presso la celeberrima stazione di Perl Street da Thomas Alva Edison che aveva creato un sistema interconnesso tra generatore, cavo, fusibili, contatore e carichi.

Funzionava a corrente continua con un generatore “spinto” da un motore a vapore per distribuire corrente elettrica in una zona dal raggio di 1,5 km coprendo 59 unità, tramite un’alimentazione di 110 V con cavi interrati che terminavano su lampade ad incandescenza.

Due anni dopo, fu Frank Sprague che sviluppo dei motori da applicare a questi impianti elettrici, validi a tal punto da incominciare una vera e propria ascesa in tutto il pianeta come vera e propria industria di questo settore.

1886 – Nascita degli Impianti Elettrici a Corrente Alternata

Nel 1886, le evidenze dei limiti degli impianti elettrici a corrente continua si appalesarono in quanto limitati a fornire energia per brevi tratte, mentre per la lunga distanza, necessitava erogare quantitativi di potenza per limitare le cadute di tensione e considerato che al tempo si ritenne inaccettabile tali carichi, fu necessario utilizzare un sistema maggiormente consono per la trasformazione dell’energia, come la corrente alternata che sostituì quasi completamente la continua.

Sempre durante quest’anno, nello stato del Massachusetts, precisamente a Great  Barrington, William Stanley, un partner di Westinghouse, sviluppò e testò un trasformatore ed un impianto elettrico di distribuzione a Corrente Alternata con 150 lampade da illuminazione. 

Con lo sviluppo dei sistemi polifase, progettati da Nikola Tesla , il sistema a corrente alternata diventò maggiormente efficace, tanto che due anni dopo, detenette vari brevetti per motori a corrente alternata con generatori, trasformatori e trasmissione che furono acquistati da Westinghouse che pose le basi degli attuali Impianti Elettrici corrente Alternata

Impianti Elettrici a Corrente Continia e Alternata: Tesla vs Edison

Negli anni 1890 furono le contrapposizioni tra Edison e Tesla, l’uno che sosteneva la corrente continua e l’altro invece l’alternata che scaturirono in discussioni animate circa il destino del futuro degli impianti elettrici e dell’industria di settore intera che terminarono con la “vittoria” della seconda sulla prima, sostanzialmente perché più semplice nella gestione, inoltre i motori utilizzati per generarla erano maggiormente economici ed in piu’ si ebbe la possibilità di livellare e modificare la tensione.