Khashoggi e Freedom in the World 2018: solo un paese arabo Libero

Khashoggi nel suo ultimo articolo ricorda che nel rapporto ‘Freedom in the World‘ del 2018 solo un Paese arabo, la Tunisia, è stato classificato come libero e “di conseguenza, gli arabi che vivono negli altri Paesi o non sono informati o ricevono informazioni scorrette”, aggiunge sottolineando come in Paesi dove domina “la narrativa controllata dallo stato, la gran parte della popolazione cade vittima di una narrativa falsa”.

Atlantia: consiglio di amministrazione e conferma virata

Oggi il consiglio di amministrazione di Atlantia ed il relativo comunicato stampa con una forte virata nei modi nella crisis management

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: CORDOGLIO PER LE FAMIGLIE DELLE VITTIME E ILLUSTRAZIONE DEL PIANO PER GENOVA

Roma, 22 agosto 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Atlantia si è riunito oggi in via straordinaria, a seguito del drammatico evento di Genova del 14 agosto scorso.
Il Consiglio ed il Collegio Sindacale hanno espresso un sentito cordoglio e vicinanza alle famiglie colpite e all’intera comunità di Genova ed osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.
L’Amministratore Delegato ha riferito al Consiglio di Atlantia degli esiti della riunione e dell’attività svolta dal Consiglio di Amministrazione di Autostrade per l’Italia, tenutosi ieri, riassumendo altresì le iniziative avviate da quest’ultima a favore delle famiglie e del territorio. In particolare, ha informato il Consiglio sul piano immediato di supporto alla città di Genova, posto in essere dalla controllata e già operativo, e sui numerosi incontri con le Istituzioni avvenuti fin dalle prime ore. Ha inoltre illustrato il piano di interventi, adottato nelle more dell’accertamento delle cause dell’evento, tanto a favore delle famiglie delle vittime quanto di quelle costrette a trasferirsi dalle loro abitazioni, nonché il piano di ricostruzione del ponte crollato e il piano di viabilità alternativa nella città di Genova.
Tali misure trovano il pieno supporto da parte di Atlantia.
Il Consiglio di Amministrazione di Atlantia ha inoltre ricevuto dal Comitato Controllo Rischi e Corporate Governance e dal Collegio Sindacale un’informativa sulle attività dagli stessi avviate in merito all’evento.
In relazione alla lettera di contestazione formulata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nei confronti di Autostrade per l’Italia, il Consiglio di Atlantia ha avviato le verifiche relative all’impatto di tale missiva in merito agli strumenti finanziari del
Gruppo
. Il Consiglio ha altresì avviato la valutazione degli effetti delle continue esternazioni e della diffusione di notizie sulla Società, avendo riguardo al suo status di società quotata, con l’obiettivo di tutelare al meglio il mercato e i risparmiatori.
Le società del Gruppo Atlantia continueranno a profondere il massimo impegno ed a collaborare fattivamente con le Istituzioni tutte per il superamento dell’emergenza.

Autostrade per l’Italia: consiglio di amministrazione e virata

Oggi il consiglio di amministrazione di Autostrade per l’Italia ed il relativo comunicato stampa con una forte virata nei modi della gestione della comunicazione di crisi

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: CORDOGLIO DEI CONSIGLIERI PER LE FAMIGLIE DELLE VITTIME E ILLUSTRAZIONE DEL PIANO PER GENOVA

Roma, 21 agosto 2018 – Nella consapevolezza della immane tragedia, del dolore delle famiglie delle vittime e dei feriti e dell’intera comunità genovese e italiana, il Consiglio di Amministrazione di Autostrade per l’Italia si è riunito oggi sotto la presidenza del dott. Fabio Cerchiai, in seduta straordinaria per un aggiornamento sul drammatico evento del 14 agosto.
Il Consiglio ha osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime e ha espresso sentito cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime, alle istituzioni e all’intera comunità di Genova.
Il CdA ha ascoltato i responsabili tecnici in merito alle attività svolte dalla concessionaria relativamente all’opera e alle azioni messe in atto sin dai primi minuti, con i mezzi e il personale disponibile.
Più di 150 uomini e mezzi della società Autostrade per l’Italia hanno collaborato con le Istituzioni locali, la Protezione civile, i Vigili del Fuoco, le Forze di Polizia nei drammatici momenti.
L’ing. Giovanni Castellucci ha informato il Consiglio sul piano immediato di supporto alla città di Genova, già operativo, nelle more dell’accertamento delle cause che hanno determinato l’evento, e sui numerosi incontri con le istituzioni avvenuti fin dalle prime ore ed ha illustrato il piano di interventi a favore delle famiglie delle vittime e delle famiglie costrette a trasferirsi dalle loro abitazioni, il piano di ricostruzione del ponte crollato e un piano di viabilità alternativa nella città di Genova.
Il CdA è stato informato dell’attività svolta dall’Amministratore Delegato, e del suo personale coinvolgimento fin dai primi minuti nella collaborazione con le istituzioni locali e nella gestione di tutte le attività che consentiranno di affrontare l’emergenza.
In tale contesto, in attesa degli esiti degli accertamenti in corso, il Consiglio ha condiviso una prima lista di iniziative (per una stima preliminare di 500 milioni di euro – finanziati con mezzi propri) già annunciata nel corso della conferenza stampa di sabato a Genova. In particolare:
Supporto alle famiglie colpite dalla tragedia: Per quanto riguarda le famiglie delle vittime e tutti coloro i quali sono stati costretti a lasciare la propria casa, Autostrade per l’Italia ha risposto all’appello lanciato sulla piattaforma social Change.org, istituendo un nuovo fondo per soddisfare le prime esigenze delle famiglie colpite dalla tragedia ed i bisogni degli sfollati. Le richieste sono raccolte presso i due Point istituiti insieme al Comune all’interno del centro civico Buranello e presso la scuola Caffaro, nonché attraverso una mail dedicata (autostradepergenova@autostrade.it).
La società ha proposto, inoltre, al Comune di Genova l’istituzione di un Fondo sociale di alcuni milioni di euro – che sarebbe gestito dal Comune stesso – da destinare in aiuto alle famiglie delle vittime, indipendentemente da eventuali indennizzi o risarcimenti futuri.
Ricostruzione del ponte: Autostrade per l’Italia sta proseguendo le attività di progettazione per la ricostruzione del ponte Morandi. Il progetto – per il quale Autostrade sta coordinando a Genova un gruppo di imprese, esecutori e progettisti anche di livello internazionale – prevede la demolizione delle attuali strutture rimaste del ponte sul Polcevera e la ricostruzione del ponte in acciaio secondo le più moderne tecnologie ad oggi disponibili in un periodo stimato di 8 mesi, a decorrere dall’ottenimento delle necessarie autorizzazioni.
Viabilità di Genova: La società ha studiato insieme al Comune di Genova e con la collaborazione tecnica di Sviluppo Genova, società partecipata dal Comune, interventi urgenti per il ripristino della viabilità e l’attivazione di viabilità alternative. In particolare un asse viario sul lato destro del torrente Polcevera, una rotonda per facilitare l’ingresso al porto, la messa in sicurezza di un viadotto di proprietà demaniale di accesso al casello di Genova Aeroporto, un percorso riservato ai mezzi pesanti sulle aree Ilva. Per quest’ultimo intervento sono già iniziate le operazioni.
Sempre in tema di viabilità cittadina, Autostrade per l’Italia ha manifestato la disponibilità a supportare altre iniziative utili ad agevolare la mobilità dei cittadini genovesi.
Sospensione del pedaggio: Per tutti gli utenti è stato sospeso il pagamento del pedaggio autostradale sulla rete genovese, con effetto retroattivo a partire dal 14 agosto e fino alla completa ricostruzione del ponte sul Polcevera. Il transito in autostrada diventa gratuito per chi viaggia sulle seguenti tratte: Genova Bolzaneto-Genova Ovest-Genova Est e Genova Pra’-Genova Pegli-Genova Aeroporto.
Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, preso atto della lettera di contestazioni ricevuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e verrà riconvocato in tempo utile per fornire e deliberare un adeguato riscontro alle stesse.

se vi cospargerete il capo di cenere come la Grecia …

Ansa 20 agosto, 15:37 Giunge oggi a termine con successo il terzo e ultimo programma di assistenza finanziaria Ue alla Grecia, che torna ora a camminare sulle sue gambe dopo la crisi peggiore della sua storia per cui ha ricevuto una serie di aiuti complessivi per 288,7 miliardi a partire dal 2010 ad oggi, di cui 256,6 targati Ue e 32,1 Fmi. “La conclusione del programma di stabilità segna un momento importante per la Grecia e per l’Europa”, ha detto il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, “i greci cominciano ora un nuovo capitolo“.

Atlantia: Aggiornamenti in relazione all’evento del Viadotto Polcevera

Oggi 20 agosto 2018 Atlantia ha pubblicato il seguente comunicato stampa ufficiale:

Aggiornamenti in relazione all’evento del Viadotto Polcevera

Roma, 20 agosto 2018 – In relazione al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera sull’autostrada A10, si informa che i Consigli di Amministrazione di Autostrade per l’Italia S.p.A. e Atlantia S.p.A. in merito al tragico evento occorso si terranno, rispettivamente, in data 21 e 22 agosto 2018, entrambi alle ore 11.
Essendo il Gruppo intero costantemente e profondamente vicino al dolore di chi è stato colpito dalla tragedia, si informa che è in corso una costante collaborazione con le istituzioni locali per affrontare i disagi causati dal crollo, attraverso la messa in opera delle iniziative già intraprese a favore delle famiglie e del territorio colpito – annunciate in occasione della conferenza stampa tenuta a Genova dal Presidente Fabio Cerchiai e dall’Amministratore Delegato Giovanni Castellucci in data 18 agosto -, che saranno oggetto di una approfondita ricognizione in occasione dei citati Consigli di Amministrazione.
Si informa inoltre che, in data odierna è stata consegnata brevi manu ad Autostrade per l’Italia – presso gli Uffici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (“MIT”) – copia della lettera di contestazione, datata in uscita 16 agosto 2018, di cui al comunicato odierno da parte di Autostrade per l’Italia delle ore 10.58, i cui contenuti sono stati peraltro già anticipati dalla stampa nei giorni scorsi, allegata integralmente al presente comunicato.
Le Società, per quanto di rispettiva competenza, informeranno prontamente il mercato a valle della conclusione dei lavori consiliari.

Interessante notare come il titolo di questo pdf, un documento così delicato sia:
Microsoft Word – 2015-02-25 Risultati Tender Offer su Bond Atlantia – ITA.docx
e l’utente W&C Users

ovvero per creare questo documento si è preso un vecchio file word (docx) e lo si è modificato dimenticandosi di cambiare le proprietà del documento (titolo e utente)!

Autostrade per l’Italia accoglie appello social e ha letto la lettera del ministro delle infrastrutture e dei trasporti MIT

Oggi 20 agosto 2018 altri due nuovi importantissimi comunicati stampa ufficiali di Autostrade per l’Italia

AUTOSTRADE PER L’ITALIA ACCOGLIE UN APPELLO SOCIAL: NUOVO FONDO PER CHI E’ STATO COLPITO DALLA TRAGEDIA
Roma, 20 agosto 2018 – Autostrade per l’Italia ha risposto all’appello lanciato dal giovane Luigi Galvano sulla piattaforma Change.org e ha istituito un nuovo fondo per le vittime del Viadotto Polcevera. Queste risorse si aggiungono allo stanziamento nei confronti del Comune di Genova annunciato nella conferenza stampa di sabato scorso per soddisfare le prime esigenze delle famiglie colpite dalla tragedia e i bisogni degli sfollati. Per raccogliere bisogni e richieste, da oggi pomeriggio sarà aperto un punto Autostrade per l’Italia all’interno del Centro Civico di Buranello. Le richieste potranno essere inviate anche via mail all’indirizzo autostradepergenova@autostrade.it. Profondamente vicina al dolore di chi è stato colpito dalla tragedia, la società continuerà a collaborare con le istituzioni locali per ridurre il più possibile i disagi causati dal crollo.

LETTERA DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Roma, 20 agosto 2018 – In relazione al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera sull’autostrada A10, la Società ha ricevuto in data odierna la lettera di contestazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (“MIT”), già anticipata dalla stampa nei giorni scorsi.
Il MIT ha assegnato alla Società il termine di 15 giorni per fornire le relative controdeduzioni.

Gestione del rapporto concessorio – Obblighi connessi alla gestione e manutenzione delle infrastrutture

Gestione del rapporto concessorio – Obblighi connessi alla gestione e manutenzione delle infrastrutture – Contestazione di grave inadempimento del concessionario.

Si fa riferimento al disastro e agli sciagurati eventi verificatisi in data 14 agosto u.s., in dipendenza del crollo di una sezione del viadotto Polcevera localizzato sull’autostrada A10 Genova – Savona, assentito in concessione a codesta Società in forza della Convenzione di concessione sottoscritta in data 4 agosto 1997 e delle successive integrazioni intervenute con Convenzioni aggiuntive del 15 gennaio 1998, 29 marzo 1999, 21 maggio 1999, 23 dicembre 2002 nonché con la Convenzione Unica sottoscritta il 12 ottobre 2007 e l’atto Aggiuntivo alla Convenzione Unica del 24 dicembre 2013.

In relazione a tale disastro si avvia, in modo formale, la contestazione del gravissimo inadempimento di codesta Società agli obblighi di manutenzione (ordinaria e straordinaria) e custodia, in oggettiva considerazione del collasso dell’infrastruttura, delle vittime accertate e degli ingenti danni riportati ai beni anche di soggetti terzi, senza considerare l’interruzione del sistema di viabilità e quindi la compromissione della funzionalità delle infrastrutture concesse.

A seguito della contestazione in oggetto, e all’esito della valutazione delle controdeduzioni che codesta Società farà pervenire, si fa riserva di esperire tutte le iniziative di tutela apprestate dall’ordinamento giuridico, ferma restando l’idoneità della presente ad attivare i procedimenti di cui agli artt. 8, 9 e 9-bis della Convenzione di concessione.

Considerata la natura e le caratteristiche dell’evento che si è prodotto e dell’esteso allarme sociale che ne sta derivando, si fa riserva di sottoporre alle competenti Autorità di Governo ogni valutazione in ordine al miglior soddisfacimento dei molteplici interessi pubblici coinvolti, che attengono al piano della tutela della vita, della salute e della sicurezza dei cittadini e degli utenti delle infrastrutture.

Alla luce degli specifici poteri e compiti ricadenti su codesta Società ai sensi dell’art. 14 del Codice della Strada nonché degli obblighi connessi alla gestione e manutenzione del corpo autostradale definiti dalla Convenzione di concessione, si richiede di inoltrare alla scrivente Direzione Generale, entro 15 giorni dalla data odierna, una dettagliata relazione nella quale sia fornita chiara evidenza di tutti gli adempimenti posti in essere per assicurare la funzionalità dell’infrastruttura in questione e prevenire lo specifico evento accaduto, con allegato ogni atto posto in essere al fine di garantire il mantenimento della funzionalità dell’infrastruttura e volto a prevenire il crollo poi in effetti verificatosi.

Fatta salva, in caso di accertata responsabilità del concessionario, ogni integrale tutela in ordine ai danni e ai pregiudizi derivanti dalle inadempienze contrattuali, si resta in attesa di valutare le iniziative di risarcimento anche in forma specifica per i danni patrimoniali e non patrimoniali che codesta Società riterrà di formulare.

IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Vincenzo Cinelli)

Lutto nazionale in tutte le proprie sedi – pedaggio gratuito per le ambulanze

autostrade per l'Italia

Ho visto oggi il sito di Autostrade per l’Italia e questo quello che mi balza subito all’occhio relativamente alla loro comunicazione di crisi è

Autostrade per l’Italia ha proclamato il lutto nazionale in tutte le proprie sedi

Roma, 16 agosto 2018 – Sulla base della sollecitazione pubblica del Sottosegretario Rixi, e per favorire lo svolgimento delle preziose attività di soccorso, Autostrade per l’Italia annuncia che le ambulanze non pagheranno più il pedaggio sulla propria rete.