Categories
internet marketing

Oberlo: rivendere prodotti in internet non è mai stato così facile

Da almeno un decennio si è compreso che internet avrebbe rappresentato soprattutto un nuovo modo di vendere a discapito della modalità tradizionale.
Se il modello europeo di piazza e quello nord africano – orientale di bazar venne sostituito dal modello americano di centro commerciale si sta assistendo lentamente al trionfo del modello “bazar internet”, “centro commerciale internet” o semplicemente ecommerce.
Ma l’ecommerce richiede competenze e di essere strutturati come per il commerce tradizionale: magazzino e gestione della logistica fanno la differenza.
Inoltre senza un’ottima gestione dell’internet marketing e dell’analisi dei desiderata utente è difficile riuscire a rimanere competitivi.
Come nel mondo reale il negozietto virtuale, se non di nicchia, soccombe rispetto al negozio-azienda virtuale strutturato.
Purtroppo sono finiti i tempi della prima internet dove si poteva intraprendere un’attività di vendita online in uno scantinato e in pochi mesi vedere esplodere l’attività per diventare dal nulla delle multinazionali conosciute in tutto il mondo. Anzi c’è il pericolo che valide attività, che si erano conquistate buone nicchie di mercato vedano il loro business assottigliarsi se sono non in grado di aggiornarsi continuamente alle nuove tecnologie e tendenze di mercato.
Internet inizia ad essere un mercato non più di sperimentazione ma un mercato maturo con grosse possibilità di guadagno. E’ quindi scontato le grosse attività tradizionali stiano cercando di spartirselo, vogliano fare la “voce del leone”, non si limitino al “ruolo di spettatori”.
Questo non significa che non esistano più spazi, anzi le opportunità continuano a crescere ma generalmente richiedono aziende sempre più strutturare e con grosse possibilità di investimento iniziale.
Solo la tecnologia, software sempre più evoluti e sensibili anche alle esigenze del piccole attività in grado, non di rubare quote di mercato, ma di aiutare, contribuire ad aumentare le vendite di grosse realtà come reseller a valore aggiunto. Reseller in grado di utilizzare la propria visibilità, la propria fama internet non solo per realizzare marketing e comunicazione per terzi ma anche in grado di rivendere, di passare alle società il cliente con il relativo ordine.
Siete una micro attività? Non abbiate timore di soccombere una nuova parolina magica vi darà una nuova possibilità: dropshipping – una tendenza in crescita nel e-commerce.
Potrete diventare rivenditori internet senza la complessa gestione del magazzino e delle spedizione. Il vostro compito sarà semplicemente selezionare i migliori prodotti per i vostri clienti, venderli ed incassare passando gli ordini direttamente all’azienda di riferimento.
Un vero uovo di colombo soprattutto se la piattaforma in grado di semplificare tutta la gestione risulta anche gratuita nella sua versione base.
La vostra micro attività potrà crescere diventando una media attività di vero reseller o strutturarsi e crescere ulteriormente. Questa perché Oberlo è strutturato per permettervi la crescita grazie a versioni superiori a pagamento che vanno al di la della versione base consentendovi l’utilizzo di un software modulato sulle vostre esigenze di business.

Approfondire e sperimentare il dropshipping sarà la mia parola d’ordine questa estate!

Categories
internet marketing

Chiavi: le più cercate nel 2018 (compreso il porno)

Ho ricevuto questa infografica da semrush sulle chiavi (keywords) più ricercate in internet attraverso al loro servizio ed anche nel porno.

Proprio recentemente ho avuto conferma nella classifica da miei alunni che mi avevano parlato di xnxx.

Categories
internet marketing

Il brand logo di Recanati R♾️

Sono recentemente stato a Recanati con la famiglia e sono rimasto ben impressionato dal logo/brand scelto dalla città.

Bellissimo!

Categories
internet marketing

Capodanno 2019 a Bologna

Sono anni che uno dei migliori locali di Bologna ci contatta per avere un supporto per avere maggiore visibilità internet per lo splendido Capodanno a Bologna che organizzano.

Erano tra i pochi a capire la necessità di una valida strategia di comunicazione su internet ed era semplice riuscire a fare un buon servizio. Ma oggi oggi tutti sono agguerritissimi in internet e primeggiare è sempre più complesso.

Eppure, dal punto di visto reale niente è cambiato. Continuano ad essere uno dei migliori locali di Bologna, in pieno centro e le loro feste di Capodanno sono una certezza. Il tema anche quest’anno è una garanzia: The Great Gatsby.

L’epoca del jazz, dei gangsters e delle pupe, dei mitragliatori, del sigaro, dei cappelli a tesa larga Borsalino e delle pagliette, delle cicatrici, del proibizionismo e degli eccessi, delle grandi bevute, del charleston, delle piume e dei boa, delle giarrettiere, dei lustrini e dei gessati, …
Un dopoguerra dove si voleva dimenticare con un’epoca di “eccessi” e di divertimenti sfrenati.
Le atmosfere create nei testi delle canzoni di Fred Buscaglione.

Che sia veglione o cenone a Bologna, in pieno centro, il 31 dicembre trascorretelo anche voi con gangsters e pupe e accogliete il nuovo anno all’insegna del Grande Gatsby al Qubò.

Categories
internet marketing maps

Un post Google Maps con 50000 visualizzazioni!

Ho diversi blog da anni. Un post ben scritto arriva a 1000, 5000, in rarissimi casi 10000 visualizzazioni.
E deve essere ben scritto, deve essere un articolo esaustivo, deve essere fortunato, deve …
In Google Maps questo mio post/commento in un nemmeno un mese ha avuto 50000 visualizzazioni: piccolo e molto interessante.
Qui si aprono strane considerazioni:

  1. Lavori anni per far crescere un sito ma il sito per quanto fatto bene non potrà mai arrivare …
  2. scrivi qualsiasi cosa in un sito ad alta visibilità ed automaticamente volerà
  3. l’importanza di quanto scrivi nel bene e nel male su siti ad alta visibilità

P.S. Il mio commento era relativo al Museo Ducati!

Categories
internet marketing

Comunicazione di crisi (crisis management): mettere la faccia o far finta di niente?

Comunicazione di crisi (crisis management) è ovviamente in questi giorni la parola d’ordine. Da sempre le multinazionali americane hanno un gruppo  predisposto che in caso di qualsiasi tragedia/disgrazia aziendale è pronto ad intervenire tempestivamente.
La comunicazione in questi casi è delicatissima, non va improvvisata e richiede tempi di risposta velocissimi.
Richiede però una preparazione meticolosa, paragonatela alle esercitazioni scolastiche per i terremoti o gli incendi. Quando dovesse succedere ognuno sa come comportarsi, quasi istintivamente e senza chiedere a nessuno o aspettare l’indicazione di qualcuno.

Metterci la faccia o far finta di niente?

Ogni azienda deve decidere a priori la sua strategia o la strategia che reputa più opportuna per i suoi azionisti o per i suoi consumatori.

Le aziende iniziano a mettere la faccia dei propri fondatori/manager nelle pubblicità, quando le cose vanno bene ma sono già pronte a mettere la faccia quando le cose vanno male?

Categories
immagine internet marketing

4:3 la regola d’oro per le immagini

Se devi gestire un sito devi darti delle regole e seguirle sempre.
Alcune regole sono semplici e basate sul buon senso:

per ogni post usa almeno sempre un’immagine
la posizione può variare dall’importanza dell’immagine rispetto al testo ma se riesci scegli uno stile (ad es sempre in alto a destra di larghezza 300 pixel)
prima di caricare un’immagine sarebbe meglio stabilire una larghezza ed un formato. Io ad es utilizzo per le fotografie in orizzontale 1200 pixel e per quelle in verticale 900 di formato jpeg e compressione 90%.

Quando però ti capita di gestire siti di terzi e queste regole non sono state seguite ti accorgerai in fretta delle problematiche che emergono se non si sceglie anche un rapporto.
Ho scoperto che il rapporto migliore è 4:3: 4 di larghezza e 3 di altezza. Viene usato anche in ambito televisivo ed è semplice da calcolare: 1200×1000, 1000×750, 800×600, … (il più famoso è 1024×768 ma forse meglio utilizzare quelli più semplici)
Soprattutto quando viene richiesto l’utilizzo di gallery o quando si usano tante immagini in un post si nota subito se questo rapporto non viene utilizzato e si nota subito qualcosa di strano.

Cercate di utilizzare il più possibile una tipologia di immagini unica (ad es solo orizzontali) e questo rapporto.

ps La mia macchina fotografica stranamente fa fotografie con rapporto 4:3

Categories
fotografie immagine internet marketing

Ogni tanto mi dimentico delle mie fotografie ma

Oggi tutti fotografiamo, moltissimi realizzano fantastici scatti.
E’ semplice. La messa a fuoco è automatica, le macchine fotografiche sono perfette e lo sono anche gli smartphone. Se si tiene premuto qualche secondo si realizza una mitragliata di scatti.
E poi spesso questo materiale viene dimenticato, se va bene salvato in un cloud privato.
Pochissime fotografie vengono rese pubbliche e anche quando diventano pubbliche, anche se selezionate, “solo le migliori” quasi mai sono descritte e classificate.
Se non vengono descritte e classificate con metodo ed utilizzando chiavi come pensate che i motori di ricerca le possano trovare e di conseguenza come pensate che altre persone, oltre la vostra schiera di amici le possano trovare?

Sono anni che classifico e descrivo le mie in Flickr ed ora in maps e tripadvisor oltre che nei miei siti e in Wikipedia, quando servono.
Spesso servono solo per un uso personale ma altre volte mi capita che vengano viste e selezionate per mostre, libri, articoli, …
Probabilmente spesso vengono prese ed utilizzate senza nemmeno chiederlo.

E’ appena stata utilizzata questa mia foto della Galleria dell’Accademia in questo articolo Free Admission Day in Museums

Categories
internet marketing

Social Marketing per Estetiste e Acconciatori

Quando mio padre, e penso nello stesso modo molti padri della mia generazione, voleva farmi capire l'importanza dello studio, in occasione di un risultato scolastico non positivo, mi diceva frasi del genere:
non vuoi studiare? andrai a fare il cuoco o il parrucchiere!
immagino che per le ragazze suonasse come come
l'estetista o la parrucchiera!

Erano frasi fatte che non volevano sminuire l'attività di nessuno ma volevano indicare mestieri che una volta imparati non avevano bisogno di aggiornamento.

In un'epoca in cui tutto cambia, soprattutto nel mondo dei liberi professionisti e delle pmi ogni professione richiede costante aggiornamento e professioni un tempo basate esclusivamente sul passaparola o su una vetrina in una location di passaggio oggi si sono trasformate e richiedono comunicazione e marketing internet evoluti e veri influencer.

Il cuoco oggi è chef, il parrucchiere è acconciatore e le relative attività spesso sono super specializzate. Una volta esisteva solo il cuoco da trattoria oggi le trattorie sono pochissime, in compenso ci sono catene di hamburgher, panini, pizze, … cucine vegetariane, vegane, insetti, di ogni regione, di ogni nazionalità, …, ristoranti una stella, due stelle, …

In questa ottica è per me una sfida importante il prossimo corso che terrò presso Confartigianato Imprese Mantova: Corso social marketing per il settore benessere – estetiste e acconciatori

A breve le slide.

Categories
internet marketing

La comunicazione: la pillola indorata, siamo stati tutti formattati

La pillola (medicina) veniva indorata ma poi bisognava prenderla. I più cattivelli a volte parlavano di supposte da assumere per via orale.
Siamo stati tutti formattati?
Giulietto Chiesa, afferma che siamo stati tutti formattati dal sistema tecnologico che ha conquistato i cervelli delle persone grazie ad immagini e video.